La protesta trapanese

1317

Flash mob contro il Dpcm

Un buon numero di persone si sono ritrovate in piazza stasera a Trapani per protestare contro le misure del recente nuovo Dpcm del Governo. A protestare gli operatori di bar, pizzerie e ristoranti che hanno visto imposta la chiusura serale. In piazza anche qualche rappresentante del mondo delle arti e dello spettacolo, e i titolari di impianti sportivi. Una protesta ordinata e pacifica, al solito c’è stato qualcuno che ha cercato di agitare maggiormente la piazza, ci sono stati un paio di lanci di fumogeni, ma per fortuna non ci sono stati disordini e le forze dell’ordine non hanno avuto bisogno di intervenire, rimanendo a sorvegliare l’ordinato svolgimento della manifestazione. Una protesta per fortuna ben diversa rispetto ad altre città dove ci sono stati nei giorni passati pericolosi disordini e atti vandalici. I partecipanti tra le 18 e le 19 hanno invaso pacificamente dapprima piazza Vittorio Emanuele, poi si sono incamminati lungo la via Fardella, occupando in momenti diversi le due carreggiate, sino all’altezza dei Salesiani, per poi sostare all’incrocio prossimo alla piazza Vittorio. Qualcuno ha tentato l’occupazione della strada, sedendosi sulle strisce pedonali, ma poi la decisione di ritrovarsi nell’area pedonale. Hanno reclamato il diritto a poter lavorare e quindi diversi sono intervenuti chiedendo la modifica del Dpcm. Sabato pomeriggio nuova protesta davanti alla prefettura.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMozione di Attiva Sicilia sulle misure anti Covid. Palmeri: “Riaprire teatri e cinema. Ristoranti, pizzerie e bar aperti fino alle 23”
Articolo successivoCovid: Turano, serve affrontare situazione con responsabilità