Grave problema degli incendi boschivi, l’intervento dell’amministrazione trapanese

610
Il Sindaco Giacomo Tranchida, contestualmente all’Assessore alle Politiche Agricole Giuseppe Pellegrino, ha affrontato il grave problema degli incendi boschivi.
Com’è noto nei giorni, 31 luglio e 1° agosto 2020 il territorio comunale di Trapani, zona Montagna Grande, unitamente a quello di Salemi, è stato interessato da un gravissimo incendio presumibilmente doloso e/o colposo, che ha mandato in cenere 800 ettari di bosco e 200 ettari di macchia mediterranea dei 1.700 ettari di superficie complessiva.
Un gravissimo incendio che ha messo in pericolo anche l’incolumità pubblica, oltre a causare notevoli danni irreversibili all’ambiente e al territorio, con gravi ripercussioni sul rischio idrogeologico del territorio stesso.
Montagna Grande è stata da decenni indenne da incendi, grazie anche, all’attività di precedenti gestioni che avevano fatto realizzare vasconi per accumulo di acqua e aste antincendio lungo i viali parafuoco, mettendo in atto azioni di controfuoco sotto la vigilanza di personale qualificato.
Purtroppo questa volta il disastroso incendio ha messo a dura prova la macchina pubblica di protezione civile regionale e nazionale, con grave dispendio di risorse pubbliche.
In tale contesto l’Amministrazione ha deliberato di:
Sollecitare l’Azienda Foreste della Regione Sicilia, ad attivare tutte le procedure tecniche ed amministrative necessarie alla rigenerazione del bosco e della vegetazione della Montagna Grande, in applicazione delle “Prescrizioni di massima e di Polizia Forestale”.
Avanzare formale denuncia al fine di accertare eventuali responsabili diretti e/o indiretti nelle cause degli incendi che hanno percorso il territorio comunale e di costituirsi Parte Civile nel caso si accertino i responsabili;
Disporre, tramite apposita ordinanza, il divieto di pascolo sulle le zone boscate e territori catastalmente adibiti a pascoli, i cui soprassuoli siano stati percorsi dal fuoco,
Incaricare il Dirigente del 3° settore di aggiornare l’elenco delle aree percorse dal fuoco come previsto dall’art. 10 co.2 della Legge del 21 novembre 2000, n. 352.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCampobello, denunciato per detenzione di stupefacente e furto di energia elettrica
Articolo successivoGiuseppe Romano Coordinatore Nazionale Funzionari