Tranchida, la Procura vuole processarlo

1276

Richiesta di rinvio a giudizio, accusa è diffamazione

E’ stata fissata per il 10 dicembre prossimo, dinanzi al gup, giudice Samuele Corso, l’udienza preliminare dopo la richiesta di rinvio a giudizio firmata dal pm Franco Belvisi contro l’attuale sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, Il primo cittadino è indagato per diffamazione e questo dopo la querela presentata dall’imprenditore Riccardo Agliano. Tranchida fu denunciato da Agliano per alcune sue dichiarazioni rese nel corso di una conferenza stampa, dopo l’arresto del vice sindaco di Eriche, Angelo Catalano. Una conferenza stampa infuocata, alla quale partecipò anche l’attuale sindaca di Erice Daniela Toscano. In quella occasione Tranchida pur non facendo il nome fece riferimento ad Agliano, considerato che intanto era circolate notizie su denunce che l’imprenditore aveva presentato a proposito di gestione da parte del Comune di Erice di autorizzazioni all’uso di aree private come parcheggi. La denuncia che poi ha portato all’indagine nei confronti della sindaca di Erice. Tranchida nel corso della conferenza stampa attaccò frontalmente chi a suo dire stava agendo per criminalizzare, in modo gratuito, l’attività amministrativa dallo stesso condotta come sindaco di Erice. Secondo la Procura di Trapani avrebbe diffamato Agliano definendolo più volte “imprenditore fallito” e in particolare ne avrebbe leso la reputazione dicendo di lii “imprenditore che sento dire in giro, mi pare si chiami Aglianico, Allanico, Barbarossa, barbaverde, so che è un bel personaggio…”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteGiornata Nazionale della Psicologia. Diritto alla salute psicologica, specialmente in tempo di coronavirus VIDEO
Articolo successivoCaos ministeriale