Mazara del Vallo, serra Indoor con allaccio abusivo alla rete elettrica: arrestati due fratelli

359

MAZARA DEL VALLO. Continuano i servizi di controllo straordinario del territorio dei Carabinieri nel territorio di Mazara del Vallo e territori limitrofi. Negli ultimi giorni, numerose pattuglie dell’Arma hanno eseguito controlli a tappeto nella giurisdizione effettuando anche perquisizioni personali e domiciliari nei confronti di pregiudicati e soggetti noti alle forze dell’ordine.

Nella serata del 2 ottobre, i militari della Stazione di Mazara del Vallo, guidati dal Luogotenente Giaramita, nell’ambito dei servizi volti al contrasto dell’uso illecito di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto due fratelli: Gullo Paolo, cl 95 e Gullo Tommaso Raffaele, cl.89 , uno dei due già gravato da precedenti di polizia.

Nello specifico, durante una perquisizione domiciliare presso l’abitazione dei citati fratelli, è stata rinvenuta all’interno di una stanza, nella disponibilità di entrambi, una serra dedicata alla coltivazione di canapa indiana. Il numero delle piante sequestrate ammonta a sei, di altezza variabile, fino a 1,75 mt circa, e in piena fioritura. I successivi approfondimenti, nelle pertinenze dell’immobile, hanno permesso di appurare l’esistenza di impianto di riscaldamento, illuminazione e ventilazione necessario per la coltivazione della canapa. Grazie agli accertamenti esperiti con i verificatori dell’Enel si è potuto costatare come i due fratelli Gullo avessero anche creato un allaccio diretto e abusivo alla rete di distribuzione elettrica per alimentare l’impianto devoluto alla coltivazione della canapa, certificando un danno quantificato per oltre 80.000 euro.

Considerate le evidenti responsabilità e concluse le formalità di rito, i due fratelli sono stati dichiarati in arresto con l’accusa di coltivazione di sostanza stupefacente e furto aggravato, in attesa dell’udienza di convalida.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCalcio, si sono spenti pure i lumini
Articolo successivoDopo Ganna nella cronometro, Ulissi nella gruppo Alcamo-Agrigento