Pantelleria: torna in mare Puck

319

Il ritorno di Puck in mare è una vittoria della natura con il contributo dell’uomo

Un contributo stavolta positivo quello dell’uomo, Puck, una tartaruga caretta caretta, può ritornare a solcare di nuovo il mare. L’esemplare di 20 anni era stato ricoverato a Favignana e torna a Pantelleria per riprendere la via del mare. Puck è stato ritrovato ferito nelle acque antistanti l’isola ed è tornato in mare dalla spiaggia di Bue Marino, dove è avvenuta la sua “emozionante liberazione, alla presenza dei bimbi dell’associazione Marevivo, operativi tutto l’anno nelle iniziative a tutela del mare; del Parco Nazionale Isola di Pantelleria con il direttore Antonio Parrinello; di Legambiente rappresentata da Giuseppe Amato; e del Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Pantelleria, TV (CP) Antonio Terrone, che aveva curato le attività di recupero e trasferimento dell’animale presso il centro di Recupero Tartarughe Marine AMP Isole Egadi” come si legge in un comunicato del Parco Nazionale Pantelleria.

Molto probabilmente la tartaruga a causa di un impatto dettato dalla pesca con il palangaro, si era ferita ingerendo ami e lenze. A Favignana è stato portato presso l’ex Stabilimento Florio, la sede del centro diretto da Salvatore Livreri Console, operativo dal 2015, funziona come un vero e proprio ospedale. Gestito in collaborazione con le associazioni onlus WWF Italia e Legambiente. È stato realizzato con il contributo del Ministero dell’Ambiente e del Fondo Italiano per la Biodiversità promosso da Federparchi grazie allo sponsor Co.Ge.Di. e con il contributo del gruppo Bolton Alimentari spa. Si tratta di un vero prestigioso punto di riferimento, operativo H24, con il il numero dedicato “SOS Tarta” 328.3155313.

“Una storia a lieto fine, che sancisce il sodalizio con tra i soggetti operativi nell’ambito della tutela del mare e del territorio che è alla base delle attività del Parco di Pantelleria, che per il raggiungimento degli obiettivi predilige il coinvolgimento del territorio, il gioco di squadra e il confronto e l’integrazione fra competenze”, si conclude con queste parole di speranza il comunicato.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAlcamo: salgono a 24 i positivi a covid-19, lo annuncia il Sindaco
Articolo successivoAngelo Dumitrache, giovane talento della pallavolo siciliana, giocherà nell’Avimecc Volley Modica
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.