Sindaca sospesa

1381

La prefettura applica la legge Severino anche per il fratello della prima cittadina, consigliere comunale a Trapani

La sindaca di Erice Daniela Toscano è stata sospesa dalle sue funzioni con provvedimento della prefettura giunto nel primo pomeriggio al Comune di Erice e notificato al segretario comunale. Adesso le sue funzioni verranno esercitate dal vice sindaco. Il Consiglio comunale di Trapani vede sospeso il suo componente Massimo Toscano Pecorella e in questo caso si insedierà nella carica il primo dei non eletti della lista in cui è stato eletto, e questo sino a quanto l’avv. Toscano Pecorella non verrà reintegrato. Stessa cosa per la sindaca di Erice. I due fratelli stamattina sono stati arrestati dai Carabinieri che hanno eseguito per entrambi la misura cautelare del divieto di dimora a Trapani e ad Erice, indagati assieme di abuso, e la sindaca anche per calunnia. La Toscano è indagata inoltre per traffico illecito di influenze e diffamazione. Diffamazione assieme all’attuale sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, a proposito delle dichiarazioni da loro rese durante una conferenza stampa a proposito dell’imprenditore Riccardo Agliano, che con la sua denuncia ha fatto emergere i presunti illeciti commessi dalla sindaca Toscano a proposito del rilascio della concessione in favore dell’imprenditore Giovanni Savi per l’utilizzo di un’area privata da adibire a parcheggio, a servizio della zona balneare di San Giuliano. Faccenda nella quale non è coinvolto il primo cittadino di Trapani Tranchida, se non per quelle sue dichiarazioni rese ai giornalisti in un periodo in cui da ambienti politici ericini di opposizione la questione veniva usata per attaccare la Toscano quanto Tranchida. Il gip ha fissato per giovedì l’interrogatorio della prima cittadina di Erice.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSindaca verso la sospensione
Articolo successivoPaceco, il sindaco vuole andare in Consiglio comunale