Progetto SU.PRE.ME, sarà presentato in Prefettura

391

TRAPANI. Il giorno 9 luglio alle ore 11:00 si terrà, presso la “Sala Giunta” della Prefettura, una riunione per la presentazione delle misure di attuazione del Progetto SU.PRE.ME (Sud Protagonista nel superamento delle Emergenze in ambito di grave sfruttamento e di gravi marginalità degli stranieri regolarmente presenti nelle 5 regioni meno sviluppate), finanziato a valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione EMAS-FAMI 2014/2020.

Alla riunione, convocata d’intesa con l’Assessore regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro, parteciperanno, oltre al Prefetto di Trapani, dott. Tommaso Ricciardi, e all’Assessore, On. Antonio Scavone, anche, il Direttore Generale F.F. dell’ASP di Trapani, i Dirigenti regionali dell’Ufficio Speciale per l’Immigrazione e del Dipartimento del Lavoro, del Centro per l’Impiego di Trapani e dell’Ispettorato territoriale del lavoro. Interverranno, altresì, in videoconferenza, i sindaci dei Comuni di Alcamo, Campobello di Mazara, Castelvetrano e Marsala e le OO.SS. FLAI-CIGL, FAI-CISL e UILA.

Nel corso dell’incontro, verranno esaminati gli interventi a favore delle persone immigrate, presenti presso gli insediamenti informali del territorio provinciale, da realizzarsi attraverso un Servizio di Unità Mobile di Assistenza e Presidio di Salute, di prevenzione e di alfabetizzazione socio-sanitaria, nonché, le misure del “Pacchetto di azioni regionali anticaporalato”, dirette a contrastare i fenomeni di grave sfruttamento lavorativo e di lavoro irregolare, realizzate a valere anche su risorse FAMI, PON Inclusione e PON Legalità.

Gli organi di informazione sono invitati a presenziare alla predetta riunione, cui potranno assistere, presso la stessa Prefettura, in teleconferenza. Al termine dell’incontro, nel rispetto delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, si terrà una conferenza stampa.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteErythros avvia un progetto per “Giardino di Sidonia”
Articolo successivoM5S: L’accordo tra Palermo e Stabile offende molti cittadini  valdericini