Fare Ambiente interviene su Alcamo Marina: “Degrado non giustificabile”

804

L’Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, laboratorio di Alcamo, in un comunicato, si rivolge all’Amministrazione comunale della Città chiedendo conto sulla situazione della raccolta dei rifiuti nel territorio e in particolare nella zona di Alcamo Marina.
“E’ impensabile – afferma Anna Lisa Guggino Pres. Fare Ambiente Alcamo –  parlare di rilancio del nostro territorio e poi il 2 giugno 2020 trovare enormi cumuli di rifiuti di qualunque genere su tutto il territorio di Alcamo Marina, luogo da dove dovrebbe partire proprio il rilancio turistico”.
“Oggi, in piena emergenza COVID-19 – sempre Guggino -, quando il rispetto delle regole di igiene e sanità diventano imprescindibili, il lungomare di Alcamo Marina è impercorribile a causa della massa maleodorante, ricettacolo di parassiti e roditori”.
“Contrariamente – continua la Pres. di Fare Ambiente Alcamo – a quello che si augurano i comuni della nostra provincia dobbiamo sperare che ad Alcamo Marina non venga nessuno ad osservare lo sconcio di un territorio che ha raggiunto un degrado inimmaginabile fino a qualche anno fa. Non ci sono più giustificazioni per chi è chiamato a gestire l’ordinario e ci fa invece vivere in una condizione di cui dobbiamo vergognarci”.
“Per quanto sopra riportato – conclude Guggino -, considerato che l’Associazione rappresenta l’interesse di una collettività, con la presente si chiede come pensa l’Amministrazione di risolvere a brevissimo il problema per ridare dignità ad una comunità che si sente mortificata dalle condizioni in cui è costretta a vivere”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAccuse immotivate
Articolo successivoMarsala, un arresto per coltivazione di marijuana