Punta Raisi, atterrato Boeing con 35 tonnellate di materiale sanitario. VIDEO

564

PALERMO. È atterrato ieri sera alle 19:45 all’aeroporto internazionale “Falcone Borsellino” di Palermo  il Boeing 777 F della Ethiopian Airlines Cargo con a bordo 35 tonnellate di materiale sanitario e accessori medicali proveniente dalla Cina: Shanghai – Pudong, destinati al  Dipartimento Regionale della Protezione Civile della Regione Siciliana per fronteggiare l’emergenza Covid-19. Il Boeing 777 F è decollato ieri dall’aeroporto internazionale di Shanghai-Pudong per poi fare scalo ad Addis Abeba, da dove è ripartito alla volta di Palermo. Quello di ieri è soltanto l’ultimo di una serie di voli internazionali che hanno portato alla Sicilia tonnellate di dispositivi di protezione individuale già dalle prime settimane di aprile.

A bordo del Boeing 777 della Ethiopian airlines, proveniente dalla Cina, un carico complessivo di oltre 36 tonnellate di merce (imballate in 4.800 colli) fra cui 100 monitor e 41 ventilatori polmonari. Si tratta di tecnologie fondamentali per attrezzare nuove Terapie intensive negli ospedali siciliani.
Inoltre, sono stati scaricati 100 mila tamponi, circa 400 mila visiere protettive, 260 mila copricapo e 250 mila calzari. I materiali sono stati presi in carico dalla Protezione civile regionale – era presente il responsabile Calogero Foti – che provvederà a smistarli alle strutture sanitarie della Sicilia.

“Quello atterrato oggi – sottolinea l’assessore alla Salute, Ruggero Razza – è uno dei carichi più preziosi perché consente di incrementare la dotazione tecnologica dedicata alle terapie intensive, permettendoci di stare al passo con il Piano straordinario che il governo Musumeci ha messo a punto per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, garantendo sempre un posto letto a quanti possano averne bisogno”.

Come è noto, la Regione Siciliana si è organizzata da subito, anche con propri approvvigionamenti grazie alla collaborazione con Upmc, per assicurarsi un rifornimento costante di dispositivi di protezione individuale e di tecnologie da destinare al personale sanitario impegnato nella emergenza Covid. Regione Siciliana e Upmc gestiscono insieme il Centro d’eccellenza Ismett di Palermo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLutto nel mondo sindacale
Articolo successivoAppalti e Sanità: tra gli arrestati il direttore dell’Asp di Trapani, Damiani (VIDEO)