Alcamo e Castellammare, la rete della solidarietà

3094

In aiuto di chi ha bisogno e i più svantaggiati, il comune di Alcamo e Castellammare del Golfo si attrezzano e collaborano con la Croce Rossa

Ad Alcamo

Sarà operativo da Lunedi 16 Marzo un call center attivato dalla Protezione Civile e dai Servizi Sociali del Comune di Alcamo rivolto ad anziani, disabili, persone sole e svantaggiate, malate, immunodepresse: una rete di solidarietà che si avvarrà della collaborazione della Croce Rossa Italiana e di tutte le associazioni di Volontariato del territorio.

I servizi per i quali tali soggetti svantaggiati potranno chiamare il call center sono: spesa a domicilio; ritiro farmaci; supporto psicologico.

E’ possibile contattare gli operatori del Call Center Comunale dalle 08:00 alle 20:00 ai numeri 0924 501851 o 0924 21911 oltre che la Croce Rossa Italiana al numero verde nazionale 800 065510 o il 346 1525620 dalle ore 10:00 alle ore 12:00 e dalle ore 17:00 alle 19:00

Naturalmente i volontari faranno uso di tutti i dispositivi per la loro sicurezza e per quella di ciascun utente del servizio, evitando ogni tipo di contatto ravvicinato.

A Castellammare del Golfo

Si dichiarano soddisfatti il Sindaco Nicola Rizzo e l’assessore ai servizi sociali Enza Li Gotti, che dichiarano: “In collaborazione con il comitato di Alcamo della croce rossa, che ringraziamo per la collaborazione, anziani, persone con disabilità e chi per vari motivi deve rimanere casa in questi giorni di emergenza, possono richiedere agli operatori la consegna a domicilio di farmaci e alimentari contattando il numero in funzione anche per Castellammare. Inoltre ricordiamo che sono attive anche le associazioni di volontariato convenzionate con il Comune che raggiungono anziani e chi ha difficoltà negli spostamenti sempre per servizi essenziali come acquisti di farmaci e spesa. Continua la sua attività ininterrottamente anche il banco alimentare e chi ha particolari esigenze o necessità può contattare i servizi socio assistenziali che invieranno i volontari delle associazioni, anche di protezione civile, al domicilio di chi ha bisogno di aiuto”.

 L’ufficio Servizi Socio Assistenziali che si trova in via poeta Vincenzo Ancona n 3, II piano, ed è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 (telefono: 0924592207/238).

«Rimante il più possibile a casa, è un sacrifico necessario- proseguono il sindaco Nicola Rizzo e l’assessore ai Servizi Sociali Enza Ligotti-. C’è in funzione un coordinamento operativo comunale per fronteggiare l’emergenza e tutti i componenti sono impegnati per invitarvi ad evitare di uscire da casa perché è necessario contenere il contagio da coronavirus così come da  misure previste dal Governo. Ognuno può fare la sua parte, lavorando da casa se è possibile, limitando gli spostamenti al solo lavoro o agli acquisti di farmaci ed alimentari, per i quali è sufficiente esca una sola persona a famiglia, lavandosi spesso le mani e -concludono il sindaco Nicola Rizzo e l’assessore ai Servizi Sociali Enza Ligotti- disinfettando gli oggetti con i quali si viene a contatto».

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCoronavirus, Razza presiede vertice su controlli a Messina per chi rientra dal nord
Articolo successivoCoronavirus. Spesa e medicinali a casa, la Croce rossa in prima linea nel campo sanitario, ma anche sociale