Coronavirus, “Diventerà Bellissima” chiede sospensione imposte locali

797

TRAPANI. Vista la grave crisi che sta affrontando il Paese, con aziende, imprese e famiglie che dovranno fronteggiare l’emergenza COVID-19, vista anche l’immediata chiusura delle attività locali, e in attesa delle decisioni del Governo nazionale e regionale, chiediamo alle amministrazioni locali di sospendere e differire i pagamenti delle imposte comunali e le entrate tributarie. “Occorre dare un segnale concreto per sostenere le nostre imprese e le famiglie che attualmente versano in gravi difficoltà economiche a causa del crollo del fatturato, spiega l’Avv. Vincenzo Maltese, componente dell’assemblea generale di Diventerà Bellissima. “Bene ha fatto il Comune di Erice che ha già deciso in tal senso, bene sta facendo il governo Musumeci che ha già annunciato la sospensione fino ad un anno del pagamento dei mutui erogati in favore delle imprese isolane danneggiate dall’emergenza del Covid -19”. Ad affermarlo il Coordinamento trapanese di “Diventerà Bellissima”.

Tutti gli iscritti a Diventerà Bellissima Trapani Erice, chiedono analoghe decisioni anche da parte delle altre amministrazioni locali e in particolare da quella del capoluogo. “Il Coordinamento Comunale DB avanza quindi la richiesta alla Giunta Tranchida  di sospensione per la TARI (per tutti i tipi di utenza), per la Tassa di Soggiorno, almeno fino al mese di Luglio 2020; uno sconto in percentuale dell’imposta sulle Pubblicità delle insegne e una sospensione nel pagamento dell’IMU e delle bollette del servizio idrico”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIn memoria del Prof. Sebastiano Tusa. Il ricordo dell’associazione Kernos e del Sindaco Rizzo
Articolo successivoCoronavirus, primo caso nel trapanese