Castellammare, imposta di soggiorno: entro il 31 gennaio il riepilogo dei pagamenti mensili

756

Albergatori e titolari di locazioni turistiche brevi devono dichiarare al Comune gli importi della tassa versati. Modello all’ufficio imposte e sul sito internet del Comune

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Il 31 gennaio è il termine ultimo per presentare al Comune il riepilogo dei pagamenti mensili dell’imposta di soggiorno 2019. Entro al fine del mese in corso, albergatori e titolari di locazioni turistiche brevi, devono compilare il modello 21 di riepilogo dei pagamenti della tassa, disponibile sul sito internet comunale  (http://www.comune.castellammare.tp.it/pdf/Modello%20tassa%20di%20soggiorno.pdf) ed all’ufficio imposte (corso Bernardo Mattarella n 24, piano I. Tel. 0924592111. Responsabile Rosaria Caroddo). Una volta compilato, il modulo va riconsegnato all’ufficio protocollo di corso Mattarella o inviato per posta elettronica certificata all’indirizzo comune.castellammare.tp@pec.it

“Ringraziamo tutti per la collaborazione e indichiamo che i proventi della tassa di soggiorno vengono utilizzati per la promozione turistica della città -afferma il sindaco Nicola Rizzo-. Entro il 31 gennaio ricordo agli albergatori ed a chi si occupa delle locazioni turistiche brevi, che occorre presentare al Comune il riepilogo mensile dell’imposta di soggiorno versata. Il modello è disponibile all’ufficio imposte ed anche sul sito internet del Comune, dunque è abbastanza semplice reperirlo e compilarlo”.

A maggio 2019 il consiglio comunale presieduto da Mario Di Filippi ha approvato il nuovo regolamento sull’imposta di soggiorno, tassa in aggiunta al prezzo del pernottamento che il turista versa all’albergatore per poi riversarla al Comune. L’amministrazione comunale, tramite la polizia municipale, ha censito le attività ricettive cittadine, la tassa è stata estesa anche alle cosiddette locazioni brevi e la comunicazione ed il versamento sono diventati mensili.

Il sindaco Nicola Rizzo sottolinea che l’amministrazione comunale “ha investito sul recupero del sommerso che ha consentito di passare da ottanta strutture dichiarate ad oltre 1300. Questo significa che sono state intercettate delle cifre corpose che utilizzeremo per la collettività, in particolare per le politiche di promozione e sviluppo turistico che, faccio presente, sono attuabili con la collaborazione ed il supporto delle associazioni di settore”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteFrancesco Gianquinto nuovo Presidente dell’Associazione Albergatori di Castellammare e Scopello
Articolo successivo52° anniversario del terremoto del 68’. Domani due iniziative nel ricordo