Castellammare, interpellanza della minoranza sui contributi alle società sportive

893

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. I consiglieri comunali della minoranza hanno presentato un’interpellanza all’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Rizzo sui contributi ordinari e straordinari per la promozione e diffusione dello sport anno 2019.

“Vista e condivisa la premessa con la quale si afferma che è intendimento procedere alla concessione di contributi per la promozione e diffusione dello sport alle associazioni sportive che partecipano a campionati organizzati dalle competenti federazioni sportive o che abbiano svolto attività di avviamento allo sport, per l’anno sportivo 2018/2019 e per manifestazioni sportive e di interesse turistico organizzate nel corso dell’anno 2019 dalle suddette associazioni; Considerato che a Castellammare – scrivono tutti i consiglieri di minoranza – operano diverse associazioni sportive le quali svolgono attività di promozione e diffusione dello sport, partecipando a campionati federali di diversi sport in varie categorie ed organizzano altresì attività valide non solo per l’aspetto sportivo, ma anche per le implicazioni socio-culturali e per i benefici che da esse derivano alla comunità locale. Chiediamo di aiutarci a capire come concilia le superiori premesse con la mancata concessione di contributi alle maggiori realtà calcistiche locali Castellammare Calcio 94 e ASD Castellammare Calcio che militano la prima nel prestigioso campionato regionale di Eccellenza (girone A) e la seconda nel campionato di prima categoria regionale dove è stata promossa lo scorso anno sportivo dalla 2^ categoria; per quale motivo nel contributi concesso di € 2.000,00 viene espressamente indicato il riferimento femminile per la società ASD Castellammare calcio, quasi a precisare la volontà di negare il contributo per il campionato maschile cui la stessa associazione ha partecipato ottenendo la promozione”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLa notte del Liceo Mattarella Dolci
Articolo successivoIl Patrimonio culturale artistico e paesaggistico come percorso di crescita che inizia dalla scuola