“Il bene si chiama carità, il racconto si da prossimo”: 1° tappa a Marsala

504

MARSALA. La parrocchia Maria Ss. Ausiliatrice (Salesiani) di Marsala, domenica, dalle 9,30 alle 13, sarà la prima tappa del progetto “Il bene si chiama carità: il racconto si fa prossimo”, promosso dalla Diocesi e dal giornale diocesano “Condividere” e sostenuto da Fisc (Federazione italiana stampa cattolica) e Sovvenire. All’interno dell’oratorio (dove ogni domenica mattina si tiene “caffè in oratorio”) sarà allestito il corner con uno schermo e distribuzione di materiale e gadgets. Sulla tv si potranno vedere cinque video che raccontano la carità. Gli stessi che, poi, saranno promossi sui social network con una campagna ad hoc. Un viaggio, tramite i moderni strumenti del video e del web, per raccontare la mensa fraterna della Caritas a Mazara del Vallo, le case d’accoglienza maschile e femminile a Marsala, i Movimenti per la Vita di Mazara del Vallo, l’assistenza a malati e anziani di Pantelleria, la Caritas parrocchiale di Santa Lucia a Castelvetrano. Filo conduttore sono due elementi: il racconto e le testimonianze dei protagonisti, dei volontari e dei fruitori dei servizi. Il progetto – unico finanziato in Sicilia – è stato scelto tra 14 vincitori in tutta Italia per promuovere, coi fondi di Sovvenire e dalla Federazione italiana stampa cattolica, l’impegno della Chiesa cattolica tramite i fondi 8×1000. «Al pubblico che ha più dimestichezza coi social e gli strumenti interattivi arriviamo con i video sui social e sul sito, spiega Max Firreri che dirige il giornale diocesano – ai fedeli che sono rimasti legati agli strumenti di comunicazione tradizionale, comunicheremo i contenuti del progetto attraverso il corner che verrà allestito in alcune parrocchie nelle giornate di domenica». Già lo scorso anno la Diocesi di Mazara del Vallo – e il giornale diocesano “Condividere” – hanno promosso il progetto “Il valore del tuo gesto per la comunità”, che ha raccontato come vengono utilizzati i fondi 8×1000 per l’edilizia di culto. Quest’anno, invece, i riflettori si accendono sui fondi 8×1000 per gli interventi caritativi. La seconda tappa del progetto sarà il Convegno diocesano, il 3 e 4 gennaio 2020 presso l’hotel President. Nella hall dell’albergo – con ingresso aperto a tutti – rimarrà allestito il corner con distribuzione di materiale. Altre due tappe sono in programma a febbraio e a marzo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteControlli straordinari dei Carabinieri di Alcamo: 9 denunce
Articolo successivoAsp di Trapani, obiettivo vaccinazione antinfluenzale