Asp di Trapani, obiettivo vaccinazione antinfluenzale

447

TRAPANI. L’Azienda sanitaria provinciale di Trapani ha aderito alla campagna di vaccinazione antinfluenzale 2019/2010 con la partecipazione diretta del Dipartimento di Prevenzione Medico.

In particolare, in occasione dell’Influday, la giornata di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul valore della prevenzione vaccinale antinfluenzale, voluta dall’Assessorato regionale della Salute nell’ambito della Campagna antinfluenzale 2019-20 e volta ad incrementare le coperture vaccinali, sono stati  attivati specifici punti di vaccinazione e divulgazione della prevenzione vaccinale nelle sedi Asp di Trapani su tutto il territorio, e in tutte le Case di Cura private accreditate e convenzionate dove è stata garantita la vaccinazione attiva e gratuita a tutti i cittadini e al personale sanitario, parasanitario e amministrativo che opera nelle strutture sanitarie aziendali.

Iniziativa volta a promuovere la cultura vaccinale come esempio di prevenzione: il Direttore del Dipartimento, Francesco Di Gregorio, il Direttore dell’U.O.C Sanità Pubblica ed Epidemiologia, Gaspare Canzoneri, i responsabili delle Unità Operative ed il personale tutto, hanno ricevuto il vaccino nel centro di riferimento vaccinale

Al riguardo, il personale sanitario dell’azienda che non aderisce alla vaccinazione, sarà obbligato all’uso della mascherina per tutto il periodo in cui è prevista la circolazione del virus influenzale, e cioè sino al 30 marzo 2020.

Sempre in occasione dell’Influday, i medici di assistenza primaria e i pediatri di famiglia hanno promosso numerose azioni per favorire l’iniziativa anche attraverso la somministrazione gratuita  della vaccinazione antinfluenzale e antipneumococcica.

Inoltre, a seguito di un accordo con l’Asp di Trapani, la Procura della Repubblica, l’Ufficio di Sorveglianza, il Tribunale di Trapani metteranno a disposizione dell’azienda sanitaria un locale destinato alla profilassi antinfluenzale e antipneumococcica del personale dipendente e dei cittadini di passaggio nella sede giudiziaria.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Il bene si chiama carità, il racconto si da prossimo”: 1° tappa a Marsala
Articolo successivoMazara, Carabinieri in prima linea contro il bullismo