“La bestia e la bella”: Fiore Daphne per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne

767

Le testimonianze di chi ha subito violenza il 24 novembre, alle ore 19, al teatro Apollo – Guadagno

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. “La bestia e la bella”: non c’è il finale da fiaba con il “vissero felici e contenti” nelle testimonianze di chi ha subito violenza e che sarà presente all’incontro patrocinato dal Comune di Castellammare ed organizzato dall’associazione “Fiore Daphne” per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Domenica 24 novembre, alle ore 19, al teatro Apollo – Anton Rocco Guadagno di corso Mattarella, un convegno di sensibilizzazione “per dire no alla violenza”.

In apertura un monologo di Franca Rame interpretato da Federica Coppola accompagnata dalla musica dei Volver Ensamble con al pianoforte Daniela Callea, al flauto Eliana Di Prima, al violino Antonella Guagliardo.

Prevista anche la partecipazione di Barbara Bartolotti, sopravvissuta ad un tentato femminicidio, presidente dell’associazione “Libera di vivere”, che si racconterà, con tutta la sua forza e il suo coraggio. Interverrà anche Karin Grimaldi, socia Udi.

In occasione della Giornata internazionale dei diritti umani e contro la violenza il Cif centro italiano femminile comunale di Castellammare ha già dato vita, venerdì 22 novembre, alla manifestazione  “Se fa male non chiamarlo amore”, nel corso della quale il Cif comunale, magistrati e terze medie degli istituti comprensivi Pascoli e Pitrè, con l’Inner Wheel Palermo Normanna, hanno unito le forze in un confronto al teatro Apollo Guadagno e realizzato un cuore di scarpe rosse ed installata una panchina, anch’essa rosso sangue, alla villa comunale “Regina Margherita” per ricordare tutte le donne vittime di violenza.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteDonna uccisa a coltellate a Partinico, confessa l’amante
Articolo successivoPace e diritti umani. Lupo: “Sicilia promuova solidarietà ed accoglienza”