Stroncato traffico tabacchi di contrabbando (VIDEO)

912

Blitz in mare della Guardia di Finanza, 11 arrestati, 8 imbarcazioni sequestrate, portate a terra casse con 7 tonnellate di tabacchi lavorati esteri

Un blitz condotto dalla Guardia di Finanza di Palermo assieme ai reparti aeronavali di Trapani e Siracusa, ha sgominato una rete internazionale dedita al traffico di tabacchi lavorati esteri. Sono 17 le persone arrestate, tra italiani, libici ed egiziani, sono state sequestrate ben otto imbarcazioni e 6,7 tonnellate di tabacchi lavorati esteri, prodotti in Tunisia e negli Emirati Arabi. Sequestrato anche denaro contante per 160:mila euro. I finanzieri hanno mandato a monte un affare che avrebbe permesso all’organizzazione criminale di poter guadagnare dalla vendita dei tabacchi di contrabbando oltre 1 milione di euro. L’intervento in mare della Guardia di Finanza che ha portato al fermo delle otto imbarcazioni è scattato nella notte di mercoledì scorso nei distinti tratti di mare davanti le coste siciliane di Siracusa e Trapani, le imbarcazioni poi sono state dirottate nel porto di Mazara del Vallo. Le Fiamme Gialle hanno impiegato numerosi mezzi aerei e navali, costieri e alturieri, del Reparto Operativo Aeronavale di Palermo e del Gruppo Aeronavale di Messina, in coordinamento con gli investigatori del Nucleo di Polizia economico finanziaria di Palermo. Dall’alto a seguire le imbarcazioni un Atr 42 del Gruppo di Esplorazione Marittima della Guardia di Finanza di Pratica di Mare. Venivano così notate un paio di imbarcazioni, lunghe 20 metri, che dopo avere navigato affiancate al largo di Lampedusa di colpo si dividevano per seguire rotte opposte e diverse, per stazionare poi al largo di Siracusa e Mazara del Vallo. Li’ ferme in attesa, al limite delle acque territoriali, di imbarcazioni veloci, provenienti dalla costa, per il trasbordo delle casse di sigarette. Il fermo è scattato nel momento del rientro nelle acque territoriali dei gommoni, mentre in alto mare scattava l’inseguimento concluso con successo delle “navi madre” da dove erano state scaricate le casse con i tabacchi. Tutte le imbarcazioni contrabbandiere venivano abbordate e condotte a terra nei porti di Mazara del Vallo e Siracusa. Sono stati arrestati gli 11 membri degli equipaggi, libici ed egiziani, sia i 6 italiani acquirenti dei tabacchi, originari delle province di Trapani e Siracusa. Uno dei trapanesi arrestati, ufficialmente disoccupato e senza reddito, dal mese di giugno scorso percepisce il reddito di cittadinanza per un ammontare di mille euro mensili. I soggetti tratti in arresto sono stati tradotti presso le case circondariali di Trapani e Siracusa, a disposizione delle Procure della Repubblica presso i Tribunali di Marsala e di Siracusa, competenti per territorio in considerazione dell’area in cui si sono svolte le operazioni di servizio. Con l’operazione odierna, dall’inizio dell’anno le Fiamme Gialle palermitane hanno sottoposto a sequestro 20 tonnellate di sigarette di contrabbando, con l’arresto di 46 responsabili.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMaxi sequestro di quasi 7 tonnellate di sigarette di contrabbando provenienti dal nord Africa (VIDEO)
Articolo successivo“Confermate le condanne”
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.