Castellammare, encomi alle forze dell’ordine consegnati da Prefetto e Sindaco: “Celebrato importanti valori”

1697

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. “L’abnegazione e l’impegno quotidiano, il senso di responsabilità delle forze dell’ordine: oggi sono stati celebrati importanti valori ed abbiamo ricevuto anche un insegnamento con un momento bellissimo curato dai ragazzi delle scuole che ci hanno emozionati onorando i genitori appartenenti alle forze dell’ordine. Ringrazio il sindaco Nicolò Rizzo e l’amministrazione comunale per la sensibilità dimostrata nel voler porgere questo ringraziamento alle forze dell’ordine che sono e saranno disponibili nei confronti della comunità, come hanno sempre dimostrato”.

Queste le parole del prefetto di Trapani, Tommaso Ricciardi che, con il sindaco di Castellammare del Golfo Nicola Rizzo, ha consegnato 17 encomi a rappresentanti  della polizia di Stato, dei carabinieri, della guardia di finanza, della capitaneria di porto, dei vigili del fuoco e del corpo forestale regionale, che si sono distinti sul territorio nel corso dell’attività di servizio. Presenti nella sala conferenze del castello arabo normanno il questore di Trapani, Salvatore La Rosa, il comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Gianluca Vitagliano, il comandante provinciale della guardia di finanza, colonnello Pasquale Pilerci, il capitano di fregata Marco Tognazzoni, comandante in seconda della capitaneria di porto di Trapani, il capo reparto dei vigili del fuoco Vito Di Stefano con Giacomo Orlando, capo reparto del distaccamento di Alcamo dei vigili del fuoco ed il commissario capo del distaccamento forestale di Castellammare del Golfo, Nicolò Cardile. Prezioso il contributo degli istituti comprensivi Pascoli e Pitrè: gli studenti delle terze classi seguiti dalle professoresse Maria Grazia Magaddino, Mirella Rizzo ed Angela Bongiorno, hanno omaggiato le forze dell’ordine con letture sulla vita di Emanuela Loi, agente di scorta del giudice Paolo Borsellino morta nella strage di via D’Amelio, quindi un video di ringraziamento accompagnato da chitarra e violino e la toccante testimonianza di due ragazzi, figli di appartenenti alle forze dell’ordine.

Questi gli encomi consegnati:

Per i carabinieri al capitano Giulio Pisani, comandante della compagnia dei carabinieri di Alcamo, al luogotenente Luigi Gargaro, comandante della stazione dei carabinieri di Castellammare, al maresciallo ordinario Calogero Carta, al vicebrigadiere Giuseppe Campisi, all’appuntato scelto Salvatore Lo Cricchio, con la seguente motivazione:“per l’acume investigativo, l’impegno, l’alto senso del dovere dimostrati nell’attività di indagine che, il 28 novembre 2017, permettevano di individuare ed arrestare quattro operatori di una casa di riposo, responsabili di gravi maltrattamenti ai danni degli anziani ospiti della struttura”.

Per la polizia di Stato all’assistente capo Renato Galbo ed all’assistente capo Alessandro Maria Bellomo perché “intervenuti per un grosso incendio sviluppatosi il 19 luglio 2019 in via Medici, appreso che in un’abitazione adiacente alla casa in fiamme si trovava un anziano in pericolo a causa dell’intenso fumo e della presenza di varie bombole di gas, non esitavano ad irrompere all’interno dell’abitazione e trasportare fuori l’anziano, salvandogli così la vita”. Al commissario Salvatore  Biondo, al sovrintendente capo Valesco Mendolia ed all’assistente capo Carmelo Brugaletta perché “con un’articolata attività d’indagine, il 22 ottobre 2019 individuavano e sottoponevano alla misura del fermo di indiziato di delitto, il responsabile di una violenta aggressione in centro città ai danni di una giovane donna”.

Per la capitaneria di porto encomi al secondo capo scelto Marco Caci, al secondo capo scelto Giovanni Saura, al sottocapo di 1^ classe Domenico Chirco, al sottocapo Francesco Basile perché “L’equipaggio della Motovedetta CP 719, nella notte del 10 luglio 2019, a seguito di un incendio nella riserva naturale orientata dello Zingaro, nonostante le condizioni meteo marine avverse, con vento che soffiava oltre i 50 Km/h, dalle acque antistanti il villaggio di “Calampiso” riusciva ad evacuare 35 persone, tra donne e bambini, trasportandole nel più vicino porto di San Vito Lo Capo”.

Encomio ritirato dal capitano Lorenzo Cerrito per la tenenza della Guardia di Finanza di Alcamo “impegnata su più attività portate avanti con successo per competenza e grande professionalità, garantendo la sicurezza economico-finanziaria del territorio a tutela di tutti i cittadini onesti e rispettosi delle regole”.

Encomio “ai vigili del fuoco del comando di Trapani per i continui interventi sul territorio in particolare in caso di incendi, calamità e soccorso per vari pericoli, così da garantire  l’incolumità delle persone, con esempio quotidiano di altruismo, professionalità e senso del dovere”.

In ricordo dell’ispettore Gianni Gervasi particolarmente emozionante l’encomio al corpo forestale della Regione siciliana: “In memoria dell’ispettore forestale Gianni Gervasi ai  lavoratori del corpo forestale che, seguendo il suo esempio, in particolare su monte Inici, devastato da continui incendi, svolgono attività di tutela ambientale, prevenzione e spegnimento incendi con grande amore per la natura: amica da frequentare e proteggere dagli attacchi esterni come ci ha insegnato l’ispettore Gianni Gervasi”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTrapani: compie due rapine in dieci minuti, minorenne arrestato
Articolo successivoMafia: “talpe Messina Denaro”, chiesti 5 anni per ufficiale