Pastori uniti contro il latte mal pagato (VIDEO e FOTO)

1099

Protesta oggi a Poggioreale. Interviene il Movimento 5 Stelle

La protesta per il “latte” malpagato arriva anche in Sicilia. Anche i pastori siciliani stamane hanno protestato , come da alcuni giorni accade in Sardegna, contro il prezzo del latte, concentrando la protesta nella provincia di Trapani. In 300 si sono ritrovati infatti  in contrada “Dagala della Donna” tra i territori trapanesi di Poggioreale e Salaparuta, nei pressi della statale 624 Palermo Sciacca. C’erano assieme ai pastori trapanesi gli allevatori provenienti dalle provincie siciliane di Messina e Agrigento, con loro molti sindaci. Si sono presentati con i bidoni pieni di latte che poi platealmente hanno buttato sul terreno, circa tremila litri quello riversato. “Lavoriamo per non guadagnare nulla, senza un motivo – dice Carmelo Cortiliano allevatore di Corleone – senza alcuna soddisfazione”. “Riusciamo a pagare a mala pena le spese – dice Giuseppe Perrotta di San Michele in provincia di Catania – non possiamo continuare a chiedere l’elemosina”. Tra gli allevatori anche alcune donne come Antonietta di Salvo di Siculiana. “Vogliamo che almeno ci diano quello che ci spetti. In questo modo non possiamo più sostenere le spese dell’azienda e non possiamo più andare avanti. Noi vogliamo continuare a far crescere i nostri figli come ci hanno cresciuto i nostri padri, con dignità e con il lavoro di pastore che noi amiamo profondamente”. “Quello che chiediamo come allevatori siciliani al governo – dice Domenico Bavetta tra gli organizzatori della manifestazione – è che in Italia non entrino forme di latte o in polvere o siero da fuori, per noi è una sleale concorrenza. Che ci venga retribuito in maniera adeguata e soddisfacente. Al momento il latte ci viene pagato dai 65 ai 70 centesimi ma di contro ci sono anche costi fino a 54-57 centesimi. Noi vogliamo che il latte ci venga pagato da 95 centesimi a un euro”. “In Sicilia come in Sardegna c’è massima attenzione da parte del Movimento 5 Stelle e del governo sulla protesta dei pastori per il prezzo del latte. Oggi sono andato a Poggioreale, in provincia di Trapani, proprio sui luoghi della protesta per ascoltare i pastori siciliani e raccontare loro il lavoro che stiamo facendo in commissione Agricoltura, di sponda con il ministero”, spiega Antonio Lombardo, portavoce siciliano del MoVimento 5 Stelle in Commissione Agricoltura alla Camera. “La crisi del prezzo coinvolge migliaia di aziende in Sicilia e anche in questo caso stiamo lavorando contemporaneamente su due fronti: affrontare in tempi brevissimi la crisi attuale e sciogliere i nodi strutturali e le storture della filiera che hanno prodotto le gravi difficoltà in cui operano migliaia di allevatori e le loro famiglie. In commissione Agricoltura, in particolare, stiamo portando avanti una risoluzione sulla tracciabilità che verrà approvata, ci auguriamo, la settimana prossima. È fondamentale avere una stima certa della produzione e delle giacenze dei prodotti, così da poter disporre di un quadro completo, scongiurando il rischio di frodi”, conclude il deputato del Movimento 5 Stelle.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteProtesta per il prezzo del latte anche in Sicilia. Antonio Lombardo (M5S): “Sui luoghi della protesta per ascoltare i pastori siciliani”
Articolo successivoIntimidazione a colpi di fucile
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.