Guerra aperta tra l’Assostampa e gli enti pubblici della provincia di Trapani

593

Il sindacato unitario dei giornalisti di Sicilia, Assostampa, ha avviato un’intensa campagna di lotta nei confronti di tutte quelle pubbliche amministrazioni che non si sono dotate di un ufficio stampa corrispondente alle norme di legge, difendendo così l’operato di tanti giornalisti che non vedono riconosciuto il proprio titolo.

Negli ultimi giorni – scrivono in una nota dal sindacato – ci sono stati segnalati diversi casi di enti pubblici della provincia di Trapani, che inviano comunicati stampa anonimi, o firmati da non giornalisti, oltre al caso già segnalato del Libero Consorzio Comunale di Trapani, che ha già aperto una interlocuzione con questa segreteria. Si tratta di: Comune di Erice, Comune di Trapani, Camera di Commercio di Trapani, Parco archeologico di Selinunte.”

Come è noto, le attività di informazione e comunicazione  delle pubbliche amministrazioni sono disciplinate dalla legge 150/2000, recepita dalla Regione Siciliana con l’art. 127 della L.r. n.2/2002, e si realizzano, ciascuno secondo la propria funzione, esclusivamente attraverso il portavoce e l’ufficio stampa. Incarichi che vanno ricoperti obbligatoriamente da iscritti all’Ordine dei giornalisti, se non si vuole violare la legge sulla stampa. La questione non può nemmeno risolversi fittiziamente, intervenendo sulle modalità e i canali con cui si  comunica, o facendo firmare i comunicati al vertice dell’ente: i sindaci amministrino, non si improvvisino giornalisti.”

Siamo consapevoli delle difficoltà finanziarie degli enti pubblici e nel programmare nuove assunzioni – si continua -, ma questo non può permettere di aggirare le regole attraverso artifizi. Non si comunichi piuttosto, ma non si può comunicare in violazione di legge.”

In conclusione della nota, la Segreteria provinciale di Trapani, che firma il documento, concede massima apertura ai diversi enti pubblici che non sono dotati di uffici stampa adeguati alle norme di legge.

“Questa Segreteria è disponibile a incontrare i vertici delle Amministrazioni, per valutare insieme modalità e percorsi, anche provvisori, perché si possa effettuare l’informazione e la comunicazione istituzionale, nelle more dell’avvio dei concorsi pubblici, strada maestra per la costituzione, anche consorziata,  degli uffici stampa.”

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteDetenevano in casa 45 kg di Marijuna, tre gli arresti
Articolo successivoTrapani: soluzioni per le fognature di via Marsala