Il PD di Alcamo sul piano rifiuti: pochi miglioramenti e possibili licenziamenti di diversi operatori.

1190

ALCAMO. La segreteria del circolo del Partito Democratico di Alcamo fa sentire la propria voce sul piano della raccolta dei rifiuti che è stato modificato dall’amministrazione 5 stelle.

“L’obiettivo ambizioso che ogni piano per la raccolta rifiuti  dovrebbe perseguire (il condizionale è consigliato) sarebbe ovviamente quello di aumentare le percentuali di raccolta differenziata mantenendo elevati gli standard qualitativi del servizio” si legge nella nota.

“A quanto pare per l’Amministrazione pentastellata a guida Surdi non è così ovvio!

Si propone infatti di raggiungere questi obiettivi di qualità con un piano che è sottodimensionato (prevedendo una riduzione di oltre il 60% degli addetti alla raccolta RSU), economicamente non sostenibile e assolutamente non remunerativo.”

“Adesso la risposta è ovvia: l’Amministrazione 5 stelle sta sognando e le conseguenze negative per la Città sono già sotto gli occhi di tutti.

Ricordiamo che in campagna elettorale e durante i quasi due anni di mandato i 5 stelle hanno garantito, con annunci roboanti, risparmi per oltre un milione e 400 mila euro, mantenendo e anzi migliorando i livelli del servizio.

Oggi, al contrario, la raccolta non migliora e per molti operatori si prospetta l’incubo della disoccupazione.

Sarà per questa incapacità che l’assessore Russo ha rassegnato le sue dimissioni? Forse.

Noi continuiamo a sperare ostinatamente che l’Amministrazione cominci a calarsi nella realtà, che la nuova gara abbia un esito positivo e che si possa garantire un servizio essenziale alla cittadinanza.

La nostra però è soltanto una speranza…”

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCastellammare, il 2 giugno dell’Associazione Genitori di Buona Volontà: “Amuninni fora a jucari”
Articolo successivoUn guardasigilli mazarese