Porto di Trapani, un protocollo per salvare l’occupazione

1568

Lunedì 23 aprile, alle ore 15, presso la Guardia Costiera di Trapani (viale Ammiraglio Francese, 1), l’assessore regionale alle Attività produttive, Mimmo Turano, il direttore marittimo della Sicilia Occidentale e comandante del Porto di Palermo, contrammiraglio Salvatore Gravante, e il presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, Pasqualino Monti, incontreranno la stampa per annunciare la firma del protocollo d’intesa per la risoluzione del problema relativo al mantenimento, nell’area attuale del porto di Trapani, del cantiere navale della Liberty Lines, nodo cruciale per le attività cantieristiche della città e del porto e, soprattutto, per l’occupazione.

Sempre durante l’evento sarà mostrato il rendering della nuova struttura ricettiva, che migliorerà le condizioni di attesa dei passeggeri in imbarco e sbarco nel porto di Trapani, e i cui lavori inizieranno il prossimo autunno, al termine della stagione turistica 2018.

All’incontro con la stampa parteciperanno il comandante della Capitaneria di porto di Trapani, C.V.(C.P.) Franco Maltese, il custode giudiziario di Liberty Lines, Marco Montalbano, e il commissario ad acta e legale rappresentante del Consorzio Asi di Trapani in liquidazione, Piero Re.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSalone: “non mi candiderò per rispetto alla mia città e agli elettori” e “sosterrò Tranchida”
Articolo successivoCaccia al ladro