Castellammare, “l’occhio elettronico” riprende i cittadini incivili che abbandonano rifiuti. Pugno duro e raffica di multe. VIDEO

10895

Cittadini ripresi dagli “occhi elettronici” della Polizia Municipale, il Comandante Ganci spiega i dettagli e mostra il video dei cittadini “colti sul fatto”. GUARDA IL VIDEO

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Pugno duro e sanzioni pesanti contro chi si sbarazza di rifiuti nelle periferie o in centro. È arrivata una bella risposta da parte del Comune di Castellammare del Golfo e della Polizia Municipale guidata dal Comandante Castrense Ganci contro il fenomeno delle discariche abusive. Poco fa durante una conferenza stampa il Comandante Ganci e l’assessore Maurizio Paradiso hanno mostrato le immagini che inchiodano alcuni cittadini incivili mentre si sbarazza di rifiuti per strada.

Nei giorni scorsi il nostro giornale ha denunciato con diversi articoli lo stato in cui versano le periferie di Alcamo e Castellammare. Discariche abusive alimentate quotidianamente da incivili che avvelenano il nostro territorio.

Come già anticipato al nostro giornale dall’Assessore alla Polizia Municipale Maurizio Paradiso sono state effettuate bonifiche e controlli che hanno portato a diverse multe.

Nei dettagli quella messa in campo dalla Polizia Municipale è una guerra senza “orari e quartieri” su tutto il territorio castellammarese. Il Comandante Ganci è sceso in campo con tutti i suoi uomini per arginare tale fenomeno. Pronti anche per i prossimi mesi diversi gruppi volontari di ispettori ambientali, come da ordinanza del Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, fatta propria dal Sindaco Nicolò Coppola, per contrastare e in modo netto i cittadini trasgressori.

Tutto questo si aggiunge all’annuncio della scorsa settimana da parte del Sindaco dell’apertura del Centro Comunale di Raccolta, come già anticipato dal nostro giornale, in cui potranno essere conferiti rifiuti di ogni genere in modo da differenziarli correttamente. Il CCR è un centro che in molti comuni funziona, anche se spesso non basta per arginare il fenomeno delle discariche abusive, per questo motivo azioni repressive come quella dei giorni scorsi sono fondamentali e necessarie.

Nei dettagli questa mattina durante una conferenza stampa l’Assessore Maurizio Paradiso ha dichiarato alla stampa che l’operazione odierna è  solo l’inizio. Dopo il primo fallimentare progetto “rifiuti Stop”, che non ha portato alcun risultato utile contro l’abbandono indiscriminato di rifiuti, Paradiso ha presentato il nuovo “occhio elettronico” totalmente invisibile: si tratta del sistema “E-Killer”, un sistema di videosorveglianza mobile ideato dalla ditta alcamese Steam Service.

“Alla prima uscita ufficiale abbiamo già individuato 10 cittadini “sporcaccioni”. Noi vogliamo una città pulita, quindi non permetteremo a pochi incivili di compromettere l’immagine (e non solo) dell’intera città. La regione – sottolinea Paradiso – ci impone di raggiungere il 65% di differenziata e con l’avvio del CCR e di queste misure di contrasto contiamo di raggiungere questa percentuale. Grazia al lavoro del Comandante Ganci e dei suoi uomini sono state fatte già 50 multe di natura ambientale (80 da gennaio). Grazie a questo importante occhio elettronico abbiamo individuato 10 cittadini (8 cittadini a piedi e 2 automobilisti), oltre ad altre 20 multe per volantinaggio selvaggio”.

Paradiso precisa anche che tra qualche giorno sarà operativo il CCR che sarà accompagnato da una campagna pubblicitaria per incentivare il cittadino a sbarazzarsi dei rifiuti nel modo corretto.

A spiegare i dettagli del sistema “E-Killer” è stato Francesco Bonfiglio, Responsabile commerciale della Steam Service di Alcamo: “Si tratta di una telecamera molti piccola facilmente occultabile nel terreno, tra rifiuti, in ogni posto. Quello che viene fuori e un piccolo occhio elettronico che da remoto permetterà di cogliere le immagini necessarie. L’apparecchio – spiega Bonfiglio – è già in dotazione ad altri comuni, tra questi Alcamo, che lo usano per individuare i cittadini che si sbarazzano dei rifiuti in strada. Permette di riprendere per 3 giorni consecutivi, giorno e notte”. Attualmente sono 2 gli occhi elettronici in dotazione al Comune di Castellammare del Golfo.

Il Comandante Ganci ha spiegato che: “Si tratta di una tecnologia che si spossa in pieno con quello che è il nostro lavoro, ovvero prevenire ma anche reprimere l’abbandono di rifiuti in strada. La nostra squadra di uomini e donne lavora quotidianamente in questo senso. La regola numero 1 è il rispetto delle regole, per noi è una sfida. Accerteremo tutte le infrazioni e saremo duri. I soldi delle multe, come avviene da un po’ di tempo, sono utilizzati per potenziare i servizi, la sicurezza stradale, quindi saranno spesi in progetti. Quella che viene fuori da queste immagini – continua Ganci – è il totale menefreghismo da parte di alcuni cittadini incivili. Non possiamo far finta di niente, sono gli stessi cittadini che ci chiamano per chiedere l’installazione di queste telecamere. E noi dobbiamo dare risposte. Nei prossimi giorni ne saranno piazzate altre in altri posti, e i controlli saranno intensificati in prossimità della stagione estiva”.

Guarda il Video della Polizia Municipale di Castellammare del Golfo:

 

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIncendio in un edificio a Trapani
Articolo successivoCastellammare, festa di primavera a villa Olivia: piantumazione di alberi e fiori
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.