Iuventa, altra udienza

1072

La nave della Ong resta sequestrata per ordine della Procura di Trapani

Sotto sequestro da tempo c’è anche la nave di un’altra Ong. Si tratta della “Iuventa” dell’organizzazione tedesca Jugend Rettet. Il prossimo 23 aprile, la Corte di Roma deciderà sul rilascio del natante fermato lo scorso 2 agosto da un provvedimento del Gip del Tribunale di Trapani con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. “Il 23 aprile – spiega la Ong – procederemo in seconda istanza contro il sequestro e chiederemo il ritorno immediato della nostra nave di soccorso. Siamo certi che le accuse del pubblico ministero non hanno alcuna base legale, che i nostri equipaggi hanno sempre rispettato la legge, hanno lavorato in modo altamente professionale e non hanno fatto nulla di sbagliato”. Negli ultimi mesi, le accuse sono state ripetutamente esaminate e gli esperti interpellati, sottolinea la Ong, “concordano su tutti i punti sollevati che dimostrano la nostra innocenza”. Ecco perché otto mesi dopo il sequestro si dice sicura circa il rilascio della “Iuventa”: “Oltre all’incoraggiamento di organizzazioni e esperti internazionali, siamo particolarmente incoraggiati dalla gente. Il sequestro come strumento legale è una misura politica. Non lo accetteremo”.

fonte repubblica.it

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteReferendum Misiliscemi, D’Alì: “Ho riaperto il caso e ho detto la mia. E gli altri politici?”
Articolo successivoCastellammare, è morto padre Giuseppe Navarra