TH Alcamo colpaccio al Pala Forum di Agrigento

873
Colpo esterno della Th Alcamo al Pala Forum di Agrigento, dove la formazione alcamese al termine di una delle migliori prestazioni di questo travagliato campionato porta a casa una vittoria più che meritata.
Con ben quattro assenze tra cui Giacalone e Giorlando, più i Giovani Calamia e Cicirello, tutti nei ruoli di Ala, Alcamo sfodera una partita quasi perfetta con una 5 +1 in Difesa con Saullo sulle Orme di Pace e con Governale autore di una prestazione di alto livello tra i Pali.
Così con Peretti ala sinistra e Bonì ala destra, Alcamo trova i tempi giusti per attaccare la 6/0, sotto la regia di un buon Fagone, con Vincenzo Randes in grande spolvero e Lipari molto ordinato .
In panchina Capitan Sciré mentre Grizzo e’ lo specialista difensivo, ottima la sua prova.
Alcamo inizia bene, sempre in vantaggio 4 – 6 al 15°, più tre, a nove dalla fine del primo tempo, siglato da Vincenzo Randes 6 – 9, il parziale per Alcamo.
Poi un piccolo passaggio a vuoto, un paio di palle perse degli alcamesi  e Girgenti torna sotto 11 – 11.
In casa Th Alcamo anche Scire’ nella rotazione dei terzini negli ultimi dieci minuti dando fiato a Randes,  Fagone e Lipari.
Bene le Ali, Peretti a suo agio all’ala sx, al pari del 18 Bonì, che mette dentro due reti, una annullata ingiustamente per una invasione inesistente.
Così alla fine Girgenti, prima pareggia e poi passa in vantaggio, quando mancano meno di due minuti alla fine del primo tempo che si chiude sul 12 – 11, per la formazione di casa.
Secondo tempo che andrà avanti sul filo del massimo equilibrio, Alcamo parte bene e piazza un due a zero di parziale per portarsi nuovamente sul più uno, 12-13, Alcamo va anche sul più due, 14- 16 grazie a due reti di Vincenzo Randes e Mario Bonì, ma Agrigento resta attaccata al match, perfetta parità 17 – 17, ma la Th Alcamo sembra finalmente essere tornata la squadra di un tempo, solida in difesa efficacie in attacco e veloce in transizione, trovando in Peretti un’ala di “peso”, nella migliore partita del suo campionato. Alcamo in superiorità numerica non si segna quasi mai, ma queta bola non perde la testa, e come accaduto nel primo tempo arriva un fresco Sciré utilizzato con parsimonia da Benedetto Randes, a mettere nuovamente ordine e profondità all’attacco alcamese.
I minuti passano e Alcamo ritrova prima il più due con un immenso Saullo, e poi il più tre con Fagone che segna con la porta vuota lasciata dal Girgenti, per pareggiare l’attacco in inferiorità numerica, 18 – 21 a sei minuti e spiccioli dalla fine.
Alcamo poi in doppia inferiorità numerica e con la porta vuota non subirà gol, e con Lipari in parità numerica, sigla il gol che vale la vittoria a 40 secondi dalla fine, 21 – 24.
Vaina, il migliore del Girgenti mette dentro il Pallone del 22-24, ma con soli 15 secondi da giocare, la Th Alcamo gestisce gli ultimi spiccioli di un match che vince meritatamente.
Vittoria quelle di Alcamo che tiene ancora in vita la corsa per il quarto posto, dopo la sconfitta di Messina a Enna e con la pressione che ora è tutta per la formazione peloritana che in caso di vittoria con Alcamo sarà promossa nella nuova serie A2.
Match point per Messina, ma Alcamo a questo punto non ha più nulla da perdere  a questo punto della stagione, e se sabato prossimo sarà capace di replicare la prestazione di Agrigento, ne potrebbe venire fuori una splendida partita.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteOggi pomeriggio ad Alcamo il concerto della pianista Cinzia Bartoli
Articolo successivoL’Alcamo Futsal pareggia col San Vito