Castellammare, al via il primo “Corso base di lingua siciliana”

1549

Il corso è organizzato dal gruppo facebook “Sei di Castellammare del golfo se…”

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. È iniziato ieri il primo corso base di lingua siciliana a cura del professore Giuseppe Gerbino. Il corso gratuito di siciliano, che si terrà alle ore 20,30, nei locali di via Duchessa a Castellammare del Golfo, è organizzato dal gruppo facebook “Sei di Castellammare del Golfo se…”  amministrato da Nicolò Lentini, che continua a proporre iniziative culturali e di promozione del territorio.

Alla fine del corso, che si svolgerà ogni mercoledì e venerdì sera, sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Il corso di lingua siciliana è patrocinato dall’Accademia della Lingua Sicilia e per circa tre mesi sarà curato dal docente Giuseppe Gerbino apprezzato poeta e coautore, tra le altre pubblicazioni, del libro “Cenni di Lingua Siciliana”. Il Corso è riservato agli iscritti del gruppo “Sei di Castellammare del Golfo se …” che sono oltre settemila.

“In questo mese ricorre la Giornata Nazionale del dialetto e delle lingue locali. Lo scopo del corso base di lingua siciliana è quello di fornire a tutti gli interessati le prime nozioni grammaticali della nostra lingua siciliana che ha regole ben precise soprattutto quando si deve scriverla – afferma l’amministratore del gruppo facebook, Nicolò Lentini -. Il nostro gruppo ha organizzato, tra le attività, anche un contest poetico nel corso del quale è emersa la voglia di imparare a scrivere correttamente in siciliano da parte di molti che si cimentano con la poesia ma non solo. E’ un modo per conoscere la nostra cultura e la nostra storia.  Ringraziamo il professore Giuseppe Gerbino per la sua disponibilità. Tra le altre attività previste dal gruppo a marzo, in tempo di semina, daremo vita ai “Giardini delle farfalle” con il progetto Eugea che avevamo preannunciato qualche mese fa. Ricordo che nel periodo natalizio, per il secondo anno,  abbiamo venduto il dolce a base di mandorle i “cappiddazzi casteddammarisi” allo scopo di realizzare il  “cappello” ligneo di Maria Santissima del Soccorso, Patrona di Castellammare del Golfo. I proventi dello scorso anno sono serviti come acconto per realizzare sia il cappello ligneo – spiega l’amministratore del gruppo social, Nicolò Lentini – sia la nuova statua di san Nicola donata ai castellammaresi e benedetta in Chiesa Madre dove è esposta.  Benedetti e donati in questa circostanza anche  i “panuzzi di San Nicola”, creati sempre dal gruppo “Sei di Castellammare del Golfo se…” con i “biscotti di San Nicola” anche questi venduti nei mercatini di Natale insieme ai “cappiddazzi”. E le attività del nostro gruppo proseguono con la presenza e partecipazione di molti iscritti che ringrazio per la collaborazione”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteDomenica l’Open day dell’istituto Tecnico di Alcamo
Articolo successivoEmergenza rifiuti, la situazione si aggrava