Campagna “Tesseramento Pubblico” dei Giovani Democratici

681

Una formula denominata “Tesseramento Pubblico” quella scelta dai Giovani Democratici alcamesi rivolto a tutti i giovani al di sotto dei 29 anni.

I Giovani Democratici alcamesi hanno deciso di fare una campagna di tesseramento “pubblico” per mettere in evidenza, questa sembra la volontà, il loro legame col territorio e una politica che vive tra la gente. E per invogliare questi giovani ad iscriversi hanno redatto un documento politico in cui spiegano le loro idee. Riceviamo e pubblichiamo per intero:

I giovani democratici, quale organizzazione politica giovanile del Partito Democratico, hanno fatto la loro comparsa sul palcoscenico politico nel 2008, e da allora si sono distinti sia per gli ideali e principi politici, portati avanti nelle loro “battaglie” e nelle loro iniziative, sia per la loro azione concreta e legata al territorio nazionale, regionale, provinciale e comunale.
Per quanto attiene alle realtà locali il circolo dei Gd Alcamo è sempre presente tra la gente per mettere in pratica la politica giovanile di centro-sinistra che ha come punto principale il rapporto diretto con i cittadini tutti e in maniera particolare con i giovani parlandone la stessa lingua e capendone le esigenze e le aspirazioni.
Per meglio comprendere i vari vissuti della società abbiamo deciso una serie di aree tematiche in cui si snoda la nostra attività e che vede come protagonisti gli stessi ragazzi facenti parte la “giovanile di partito”.
Da questo sono scaturite sul territorio alcamese numerose nostre iniziative che hanno come punto di riferimento le tematiche e problematiche delle nuove generazioni, come per esempio, la raccolta firme sull’ampliamento degli orari di fruizione della biblioteca comunale e sull’istallazione di una rete wi-fi e contestualmente di un sistema di climatizzazione efficiente. In più abbiamo portato avanti alcuni convegni su determinati argomenti quali, l’immigrazione e la c.d. legalizzazione delle droghe leggere.
A livello di tematiche universitari ci siamo fatti promotori di due importanti proposte: l’entrata del Comune di Alcamo all’interno del consorzio universitario trapanese, proposta quest’ultima mirata a stimolare un senso di responsabilità del comune verso le sorti del consorzio trapanese stesso, e infine la proposta dell’istituzione di 25 borse di studio per gli studenti alcamesi di gravi difficoltà economiche che volessero nonostante tutto non abbandonare i loro percorsi di studio universitari.
I Giovani Democratici di Alcamo rivendicano con orgoglio la paternità di queste iniziative e rivendicano, soprattutto, il modo stesso di rapportarsi con la più giovane porzione della comunità alcamese.
La maggiore disaffezione dei più giovani al mondo della vera politica e un astensionismo giovanile registrato, sono i nostri nemici principali e mediante le nostre iniziative abbiamo cercato di far nascere, o rinascere, nei giovani quella genuina e sana voglia di rendersi protagonisti del proprio futuro.
Spesso si da’ la colpa della disaffezione alla politica a scelte della recente classe politica, che avrebbero frustrato le ambizioni di molti ragazzi e quindi costringendoli ad allontanarsi dal proprio territorio, ed è proprio qui che si inserisce la nostra volontà di rendere più fruibile ai molti il mondo universitario, di far si che le amministrazioni provvedano a recepire e a distribuire tutte le risorse economico-sociali affinché chi voglia restare e investire nel proprio territorio abbia la possibilità di farlo.
Siamo inoltre consci che numerose battaglie ci attendono, a cominciare dalla instabile situazione dell’aeroporto di Trapani che esprime per noi uno dei migliori strumenti per accrescere il turismo nella provincia stessa e per favorire gli scambi inter-culturali tra le generazioni più giovani, continuando poi con le numerose iniziative che gli stessi GD hanno portato avanti con le varie realtà dell’associazionismo universitarie.
Se volgiamo lo sguardo al futuro è ben comprensibile disagio dei più giovani e tra questi quello dei meno fortunati. E’ proprio a loro che rivolgiamo innanzitutto le nostre forze e soprattutto l’invito a non lasciare che il “mondo ruoti senza averne coscienza” , ma al contrario ad avere quella voglia di associarsi fin da piccoli e dare il proprio contributo intellettuale e materiale.
Questo è il nostro modo di intendere la politica e il nostro modo di pensare a come: “se si vuole andare più veloci si corre da soli ma se si vuole andare più lontani si corre insieme”.

L’assemblea degli iscritti

Gabriele Morrone, Filippo Cracchiolo, Salvatore Cangemi, Giulia Calvaruso, Federica Cusumano, Alessandro Contento, Federica Lipari, Marianna Brucia, Vincenzo Mulè.

Il Segretario del circolo Giovani Democratici Alcamo

Gabriele Morrone

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteI progetti del “Mattarella-Dolci”
Articolo successivo“Le mie girano sempre”. Da passeggero a centauro, una passione che mai finirà
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.