“Impariamo a conoscere il mare”, navigazione, nuoto, vela ed ecosistema per il sociale

1244

“Impariamo a conoscere il mare”, il progetto per i giovani,  figlio di un Protocollo d’Intesa sottoscritto dal Kiwanis Club di Alcamo e dalla Lega Navale Italiana – sezione di Castellammare del Golfo.

Il progetto è formato da incontri, attività e sperimentazioni atte a far acquisire conoscenze sulle risorse, sull’ecosistema, sui pericoli, sulla tutela, nonché sulle tecniche di navigazione, di nuoto, di vela.

Destinatari del progetto sono ragazzi che vivono situazione di disabilità e di disagio, e quindi dotarli di conoscenze ed esperienze che riducano il gup con i loro coetanei e compagni. Il progetto privilegia per essere più efficace l’aspetto pratico e ludico, così da attirare l’attenzione costante dei partecipanti.

In particolare, il Progetto prevede: – Un incontro con esperti che, servendosi di materiale didattico audiovisivo, parlino del mare nella sua complessità, da immensa risorsa all’inquinamento dell’uomo, dalle specie marine a serbatoio archeologico, da forza impetuosa della natura ad ecosistema fragile da tutelare, etc. – Due incontri dedicati all’aspetto pratico, andare per mare con barche a vela, diversi tipi di nodi, l’armamento di una barca a vela, tecniche di salvataggio, etc. – Due-Tre incontri per l’utilizzo di un simulatore di barca a vela che consenta ai ragazzi di vivere l’esperienza di governare una imbarcazione a vela; – Visita a bordo di una barca a vela ormeggiata presso i pontili della Lega Navale, presso il Porto di Castellammare del Golfo, per conoscerne la componentistica, gli spazi, le tecniche di navigazione, la rotta, il vento, etc. Il Progetto inizierà nel mese di Dicembre 2017 e si concluderà nel mese di Maggio 2018, esso prevede la presenza di circa 30-40 ragazzi con disabilità e svantaggio.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTh Alcamo cede al Giovinetto nel Derby
Articolo successivoRischio sismico, richiesto finanziamento per indagini su nove edifici scolastici. Russo (Ass. Lavori Pubblici): “Ad oggi le nostre scuole sono efficienti e sicure”