Telecamere in asili e case per anziani, ecco la proposta del consigliere Andrea Maggio

29502

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Come annunciato nei giorni scorsi dal consigliere di “Sicilia Futura” Andrea Maggio al nostro giornale, all’indomani dell’arresto di 4 persone per la casa di cura “Rosanna”, è stata presentata la proposta ufficiale al Sindaco Nicolò Coppola. Il consiglierie Andrea Maggio dichiara: “Dopo la notizia degli arresti per le violenze nella casa di cura ribattezzata dagli inquirenti “casa degli orrori”, mi sento in dovere di fare una proposta all’amministrazione: propongo telecamere a circuito chiuso negli asili nido, nelle scuole dell’infanzia, ma anche nelle strutture socio-assistenziali per anziani e disabili.  Si fa presente – spiega il consiglierie – che la Camera dei Deputati ha dato via libera al testo unificato, che è la sintesi di 13 proposte di legge, per contrastare gli abusi sulle persone più indifese della società che troppo spesso sono stati protagonisti delle “Cronache degli ultimi anni”. L’accesso alle registrazioni effettuate in asili e case per anziani e disabili sarà vietato a tutti, salvo all’autorità giudiziaria nei casi previsti dal codice di procedura penale o per le indagini in caso di reati. Contestualmente – conclude – l’istallazione degli impianti a circuito chiuso deve essere preceduta da un accordo collettivo con i lavoratori. L’obiettivo di queste misure è prevenire e contrastare condotte di maltrattamento o di abuso, anche di natura psicologica”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteStrade ripristinate in “malo modo”
Articolo successivoCastellammare, approvata la variazione al bilancio in consiglio: manovra da circa 800mila euro
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.