Si è conclusa con successo la Coast Cup 2017

1904

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Va in archivio la Coast Cup 2017 che si conferma, come gli altri anni, un grande successo di pubblico e partecipanti. La manifestazione nazionale di sand volley giovanile, divenuta negli anni un appuntamento di rilievo per il  volley giovanile regionale ed oltre, si è conclusa lo scorso 8 luglio.

I podi finali: Settore maschile: Cat. under 14: 1cl.) Mazara 95, 2cl.) Pallavolo Augusta, 3cl.) Kentron Enna. Cat. under 16: 1cl.) Virtus Floridia, 2cl.) Pallavolo Augusta, 3cl.) Mazara 95. Cat. under 19:  1cl.) Gupe Catania, 2cl.) Club Pavia, 3cl.) Virtus Floridia.

Settore femminile: Cat. under 14: 1cl.) Virtus Mortara, 2cl.) Caos Clan Mazara, 3cl.) Pallavolo Augusta. Cat. under 16: 1cl.)  Vigor Mazara A,  2cl.) Kentron Enna, 3cl.) Vigor Mazara B. Cat. under 19: 1cl.) Usco Gravina, 2cl.) Vigata Porto Empedocle, 3cl.) Panormus Palermo. Da segnalare inoltre il quinto posto delle ragazze del Pilaristas Madrid nella cat. under 19 femminile e il buon sesto posto per le giovanissime under 14 locali della Polisportiva Castellammare.

La tredicesima edizione della Coast Cup ha fruito del patrocinio e supporto del Comune di Castellammare del Golfo e della Conad Sicilia che in qualità di main sponsor ha condiviso per il secondo anno consecutivo obiettivi e finalità della manifestazione.

Alla festosa ed affollatissima cerimonia di chiusura e premiazione presente per l’amministrazione comunale di Castellammare l’assessore allo Sport e Turismo  Antonio Mercadante (nella foto in allegato mentre premia la squadra prima classificata nella categoria under 19 femminile), il presidente del Comitato Fipav di Trapani Barraco ed il vice Occhipinti  e il presidente del comitato di  Palermo Mormino. Nel corso della manifestazione è stata anche effettuata una raccolta fondi in favore di Emergency Italia.

 

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteRagazzo muore annegato
Articolo successivoSfuma fusione tra le due società di calcio. Il Castellammare Calcio 94: “Siamo amareggiati”