Truffano un uomo vendendogli finte pietre preziose a Marsala: condannati due uomini

2630

MARSALA. Sono stati condannati per reato di truffa, dal Tribunale di Marsala, alla pena di 6 mesi di reclusione e ad una multa di 300 euro due uomini di origine palermitana, Fasone Rosario e Immesi Francesco (per quest’ultimo pena sospesa). Assolto il terzo uomo accusato di truffa Domenico Immesi. Ad emettere la sentenza il giudice del Tribunale, Bruno Vivona.

I fatti risalgono al 2014 quando l’Immesi avvicinandosi ad un uomo Marsalese gli chiede dove fosse possibile far valutare delle pietre preziose. Proprio in pieno stile “Totò Truffa” si avvicina il complice Fasone, fingendosi un finto orafo e stimando per il valore di tredicimila euro le pietre preziose. A questo punto il Fasone (finto orafo) propone l’acquisto per diecimila euro proponendo di dividere “l’affare” a metà con il malcapitato che accetta e sborsa cinquemila euro. Pagata la somma la persona offesa si accorge di essere stato raggirato e ha immediatamente sporto denuncia.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“E se ognuno fa qualcosa….”
Articolo successivo“Non fermiAMO la città”, mobilitazione per il voto a Trapani
Marcello Contento
Marcello Contento nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.