Presentazione del progetto “Una lingua per il lavoro”

2192

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Si terrà domani mattina alle 10,30 la presentazione del progetto “Una lingua per il lavoro”, presso il Castello Arabo Normanno di Castellammare del Golfo.

Il progetto è stata selezionato fra più di 150 proposte provenienti da tutta Italia e si è classificato primo in Sicilia anche tra le due proposte finanziate (basti pensare che concorreva con l’Università di Palermo).

Il progetto è promosso dall’Istituto Comprensivo “S. Bagolino” di Alcamo, su finanziamento dell’Unione Europea e del Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione, prevede l’attivazione, in ambito provinciale, nelle sedi del Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti (CPIA) di Trapani di cinque percorsi integrati di educazione civica e formazione linguistica rivolti a cittadini di Paesi terzi regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale, appartenenti a target vulnerabili (donne, minori stranieri non accompagnati, minori a rischio di esclusione, persone analfabete, anziani, vittime di tratta).

Quello che il progetto vuole portare avanti, oltre ad una fase di alfabetizzazione, è l’inserimento socio-lavorativo dei partecipanti attraverso i laboratori:agro-alimentare, falegnameria artistica, cucina e ristorazione, informatico, edilizia-impiantistica.

Contemporaneamente si lavorerà alla creazione di un sito web per la formazione a distanza, e un App per l’interazione tra cittadini di paesi terzi.

Partecipano al progetto, nella qualità di partner il CPIA Trapani, l’Associazione “La mano di Francesco” Onlus e il Centro di Solidarietà della C.D.O “N. Coppola”, nonché i Comuni di Alcamo, Castellammare del Golfo, Trapani, Marsala, Mazara del Vallo e Castelvetrano per la condivisione degli obiettivi progettuali.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLotta alla spaccio di stupefacenti, arrestato dai Carabinieri un giovane di Castellammare del Golfo
Articolo successivoUn incontro alla Montessori di Alcamo per sensibilizzare i giovani contro il bullismo digitale.
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.