Area Artigianale Sasi di Calatafimi, assegnati i primi tredici lotti

2092

Assegnati in questi giorni 13 dei 30 lotti realizzati presso l’Area Artigianale della zona Sasi. A Gennaio dello scorso anno l’inaugurazione.

“A brevissimo l’Amministrazione Comunale pubblicherà un secondo bando per consentire l’aggiudicazione di quelli rimasti” così il Sindaco di Calatafimi Segesta, Sciortino, che inoltre dichiara:  “Si tratta di un ulteriore passo avanti per mettere a sistema un’area che rappresenta un ulteriore spiraglio per lo sviluppo economico del territorio – dice ancora il sindaco -”.

Una storia antica quella dell’Area Artigianale, se ne parlava da trent’anni, e ha avuto una svolta lo scorso anno, quando è avvenuto il taglio del nastro che ha aperto l’area.

“Originariamente – si legge in un comunicato del Comune – il finanziamento era di circa 4 mln di euro, di questi circa 400mila a titolo di compartecipazione del Comune. Al netto del ribasso, l’appalto è stato di circa 2,5 mln di euro, compresi oneri tecnici. Un finanziamento che era stato revocato e poi riassegnato e poi nuovamente stava per essere revocato perché da un monitoraggio del Ministero delle Infrastrutture ritenuto fortemente a rischio.
Per la difesa del finanziamento, alla Giunta era stata richiesta una delibera con la quale la stessa si impegnava a mettere a disposizione in bilancio i fondi eventualmente occorrenti per il completamento qualora l’opera fosse rimasta incompiuta al 31/12/2015”.

“Così non è stato – continua il comunicato – neppure dopo il ricorso al Tar di una delle ditte escluse in sede di aggiudicazione definitiva. Il Consiglio di Giustizia Amministrativa al quale l’Amministrazione Sciortino aveva presentato ricorso, tre giorni dopo riformava l’ordinanza di sospensione del Tar dando ragione al Comune. La data è stata rispettata e con essa la consapevolezza che alla fine basta avere a cuore le sorti della propria città e molta tenacia perché anche in questa parte di Sicilia le opere vengano realizzate rispettando i tempi. E cosa ancor più importante, prima ancora che l’opera fosse inaugurata già tantissime imprese artigiane hanno chiesto di poter aprire la loro azienda nell’area”.

Fonte: Comunicato

 

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteImpianto pubblicitario sull’autostazione. ABC: “poco chiari ad oggi i termini dell’intera questione”
Articolo successivo“Facciamo la Differenza” banchetto informativo e “critico” del PD di Alcamo sulle nuove modalità di raccolta dei rifiuti
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.