Il Comune di Alcamo ha approvato la Convenzione con il FAI per il Castello di Calatubo

2077

Messa in sicurezza del Castello di Calatubo, c’è l’ok del Comune di Alcamo allo schema di Convenzione con il FAI (Fondo Ambiente Italiano) per il contributo al progetto Lavori.

Il Castello di Calatubo di proprietà del Comune, nel 2014 è risultato il terzo classificato alla settima edizione de “I Luoghi del Cuore” del FAI e in virtù del risultato conseguito al censimento, il FAI ha ritenuto il Bene meritevole di ricevere un contributo di 30.000 euro (IVA inclusa) nell’ambito del progetto “I Luoghi del Cuore”.

Con la Convenzione, il Comune si impegna a realizzare l’intervento di messa in sicurezza delle strutture murarie della prima corte del Castello, della chiesa e dei locali annessi per assicurarne la pubblica fruizione in conformità al progetto approvato con Deliberazione di GM n.445 del 28/12/2016 con parere favorevole della Soprintendenza di Trapani del 20/12/2016, nei tempi previsti dal cronoprogramma del progetto.

Il FAI dal canto suo si impegna a erogare al Comune il contributo di 30.000 euro (IVA inclusa).
Naturalmente dovrà essere fatta pubblicità sul ruolo del FAI e del progetto “I Luoghi del Cuore” in tutte le iniziative relative al progetto.

Fonte: Comunicato

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLavoratrici e i lavoratori dell’Ipab di Alcamo da 10 mesi non prendono stipendio
Articolo successivoA Crocevie sarà attivato il tratto della rete gas
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.