Castellammare, polemica sui lavori di Cala Petrolo

7751

cala petrolo 3CASTELLAMMARE DEL GOLFO. È polemica aperta tra il gruppo Cambiamenti e l’amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Nicolò Coppola sui lavori del dissipatore di energia di Cala Petrolo. I lavori in questione riguardano gli interventi sulla conduttura di acqua piovana che nei mesi scorsi ha creato diversi disagi.

Nei giorni scorsi i mezzi della ditta incaricata dal comune sono tornati nuovamente a lavorare per risolvere definitivamente i problemi riscontrati sulla spiaggia di Cala Petrolo. Il gruppo di Cambiamenti in particolare ha criticato l’uso del cemento sulla spiaggia e soprattutto sull’evidente riversamento in mare dello stesso.

Il gruppo politico Cambiamenti attacca e aggiunge: “Così come è avvenuto qualche mese fa quando la capitaneria di porto bloccava i lavori che si stavano svolgendo presso cala Campana in assenza delle dovute autorizzazioni, allo stesso modo oggi ci troviamo a commentare l’ennesimo scempio, causato dalla solita leggerezza con cui vengono gestiti gli interventi nei luoghi che dovrebbero rappresentare i gioielli della nostra cittadina: le nostre spiagge, la nostra costa.cala petrolo 2

Ovviamente – dichiara Alessio Navarra presidente di Cambiamenti  ad Alqamah.it – non sta a noi giudicare se è stato commesso qualche illecito, e per questo confidiamo che gli organismi preposti operino tutti gli accertamenti del caso. Ma di certo non possiamo nascondere la profonda indignazione nel vedere cementificare la spiaggia di cala Petrolo e osservare lo sversamento di cemento nel mare antistante la spiaggia, per di più data la presenza dei bagnanti. Indignazione e rabbia che crescono ogni giorno nei castellammaresi nel subire i danni dell’incoscienza con cui viene gestito il nostro Comune.”

Il dirigente dell’ufficio Tecnico comunale, Ing. Simone Cusumano, chiarisce che si tratta di normali lavori di ultimazione per la ricostruzione dell’antico canale dissipatore dell’energia cinetica dell’acqua piovana. In particolare sul cemento utilizzato sottolinea:  “Il canale è realizzato in cemento pozzolanico, adatto all’ambiente marino, non appena ultimato impedirà che durante le forti piogge si formino fossati alla base dello scaricatore, evitando cala petrolo 1ristagni di acqua piovana mista ad acque nere. I lavori sono stati interrotti nel periodo di agosto per la presenza di bagnanti e visitatori e adesso ripresi. Tempo permettendo saranno ultimati nelle prossime ore. Rassicuriamo la cittadinanza – conclude – che nelle prossime ore i lavori saranno completati”.

 

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteUna sentenza confermata
Articolo successivoIncontro su Nuovo codice degli appalti a Trapani
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.