Alcamo, ex assessore ed ex dirigente dinanzi al gup

10764

enzo coppolaLa Procura chiede il processo per Vincenzo Coppola e Carlo Bertolino, indagati per abuso d’ufficio

La Procura di Trapani ha chiesto il rinvio a giudizio per l’ex assessore all’Urbanistica del Comune di Alcamo, Vincenzo Coppola, 64 anni e per l’architetto Carlo Bertolino, 61 anni, dirigente all’epoca dei fatti del V settore Urbanistica del Comune di Alcamo. Coppola è indagato quale progettista di un piano particolareggiato di recupero. Per i due l’accusa formulata dal pm Andrea Norzi è quella di abuso d’ufficio. Il reato riguarda un ingiusto vantaggio patrimoniale provocato dall’architetto Bertolino a favore del Coppola che rinunciò all’incarico dopo la nomina nel marzo 2014 quale assessore della Giunta Bonventre, e però ebbe liquidata la parcella nel periodo in cui sedeva in Giunta. Le indagini sono state condotte dalla Guardia di Finanza. A Coppola nel settembre 2014 venne liquidata una parcella (seconda tranche) di circa 40 mila euro. Il caso fu sollevato dopo una nota firmata da altri progettisti incaricati di redazione di piani di recupero che lamentavano il fatto di non essere stati pagati a differenza invece del Coppola. Un caso finito tra le mani del commissario straordinario Arnone e poi quindi è scattato il sequestro degli atti da parte delle Fiamme Gialle. Secondo le indagini il pagamento della parcella non poteva essere fatto perché le procedure non erano regolari, mancava in particolare la valutazione ambientale strategica (Vas ).

bertolinoL’incarico (per circa 92 mila euro) a Coppola risale al 2008 (quando dirigente era l’ing. Impellizzeri). Una prima erogazione della parcella fu fatta nel 2009 (circa 11 mila euro), la consegna del progetto risale invece al 2012 e già all’epoca vigendo una nuova normativa gli elaborati dovevano essere provvisti del Vas, ma l’ing. Impellizzeri accettò comunque la produzione, ma comunque ancora una volta al Coppola venne liquidato un ulteriore compenso per circa 33 mila euro. Infine nel settembre 2014 la liquidazione delle somme a saldo. L’udienza preliminare è stata fissata dal gup Cersosino per il prossimo 27 settembre

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSOS alla Capitaneria di Porto
Articolo successivoSettimana interessante per il Calatafimi Segesta Festival Dionisiache 2016 e il Teatro Antico di Segesta
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.