L’inciviltà che ci uccide

66632

amianto fraginesi 2CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Ecco che ci risiamo. Ancora una volta ci ritroviamo a scrivere di amianto abbandonato nelle periferie del paese. Una triste abitudine che oltre ad essere un costo non indifferente per l’amministrazione comunale, quindi per tutti i cittadini, può causare rischi elevati per la salute pubblica.

In contrada Fraginesi, a ridosso di un cassonetto dei rifiuti, da qualche giorno possiamo “ammirare” una grossa quantità di amianto, tagliato, frantumato, intero, in lastre, in recipienti, in tutte le sue forme, a pochi passo da un terreno privato coltivato. Uno scempio, simbolo di un inciviltà diffusa che ancora oggi è fortemente radicata.amianto fraginesi 3

Purtroppo a Castellammare non sono una novità le discariche abusive piene di amianto; famosissima quella di contrada Conza bonificata più volta ma tornata ad essere sempre il luogo preferito per lo scarico di rifiuti ingombranti e pericolosi.

amianto fraginesi 1Per smaltire correttamente l’amianto basterebbe rivolgersi alle ditte specializzate della zona, alla locale Asl o al Comune di riferimento, ma spesso oltre agli alti costi per lo smaltimento, ha la meglio l’ignoranza. Quest’ultima è davvero una “brutta bestia”.amianto fraginesi 4

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCalatafimi: “Giugno in musica” aspettando le Dionisiache 2016
Articolo successivo“Il Richiamo del Suono”, primo brano inedito del calatafimese Giuseppe Marino
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.