L’Asp non conferma la chiusura del reparto cardiologia, solo un accorpamento momentaneo

2862

ospedale di AlcamoALCAMO. Aveva destato clamore e fastidio la notizia circolata stamattina circa la chiusura del reparto Cardiologia del presidio ospedaliero alcamese.

Ma arriva secca la smentita della direzione strategica aziendale che afferma in un comunicato quanto segue:

“L’Unità operativa semplice di cardiologia del presidio ospedaliero di Alcamo non è stata chiusa, né sarà soppressa. Nessun provvedimento della Direzione Strategica Aziendale il 28 aprile scorso ha infatti soppresso la Cardiologia del P.O. di Alcamo.

Vi è  la proposta del Direttore medico del presidio di accorpare le degenze ordinarie con la Medicina solo per il periodo estivo, considerata la carenza organica di personale di comparto e per permettere al personale di usufruire delle ferie estive. Detta carenza di personale è provvisoria, in attesa delle assunzioni che l’azienda sta mettendo in atto.

Non viene “dislocato” alcun cardiologo dal reparto di Alcamo a quello di Pantelleria, ma ciò rientra nella normale avvicendamento del personale medico dell’intera A.S.P. che, settimanalmente, a turno da tempo presta servizio a Pantelleria per garantire le urgenze, cosa che già in passato hanno garantito i Cardiologi dell’ospedale di Alcamo.  Si precisa altresì che anche altri dirigenti medici, di altre discipline sia degli altri Presidi ospedalieri che del Presidio Ospedaliero di Alcamo; infatti anche quelli di Chirurgia,Ginecologia, Radiologia, Anestesia, Pediatria, Pronto Soccorso hanno effettuano ed effettuano questo avvicendamento”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie”, un incontro-dibattito oggi a Castellammare del Golfo
Articolo successivo1° Trofeo Podistico San Giuseppe Lavoratore. Sport e Valori.