Arco del Cavaliere. Buon esempio di collaborazione tra Pubblico e Privato

1334

Arco del CavaliereTorna al suo antico splendore il cosiddetto Arco del Cavaliere, antica cappella a pianta quadrata destinata ad ospitare il quadro della Madonna di Custonaci durante i suoi trasporti tra Custonaci ed Erice. Perché tutto ciò fosse reale lo si deve alla collaborazione tra Amministrazione Comunale di Valderice e una ditta privata, che ha donato la pietra arenaria necessaria alla realizzazione degli archi e della cornice. Da evidenziare il lavoro svolto dall’Arch. Luigi Biondo, Dirigente del Museo Pepoli, che ha diretto i lavori a titolo gratuito. La ditta privata continuerà ad occuparsi – in forma volontaria e gratuita – della cura e manutenzione dello spazio a verde che caratterizza l’area circostante.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl Circolo tra sciabola e furto di energia elettrica
Articolo successivoVia dal gruppo “La Città che Vorrei” per costituire il gruppo del “Partito Socialista Italiano”
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.