Arrestato dalla Polizia di Alcamo l’uomo che ha aggredito la moglie. L’accusa è tentato omicidio

6234

polizia-alcamoALCAMO. E’ stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio l’alcamese V.A., di anni 48, dipendente pubblico, colpevole di aver colpito con diverse coltellate la moglie, C.D.L., di anni 46 per motivi ancora da chiarire. Dalle prime ipotesi pare che emerga con forza l’ipotesi di una gelosia ossessiva nei confronti della moglie.

I fatti sono accaduti domenica scorsa in una palazzina di via delle Magnolie ad Alcamo. La donna è riuscita a salvarsi solo grazie all’intervento provvidenziale di una poliziotta che, benchè libera dal servizio, è intervenuta su preoccupazone degli altri condomini. L’uomo in un primo momento si sarebbe barricato in casa per poi aprire la porta quando la moglie era già in gravi condizioni in un lago di sangue. Nonostante l’intervento della poliziotta, e successivamente di altri colleghi, l’aggressore ha continuato a dare calci alla donna. Soltanto al termine di un duro confronto fisico l’uomo è stato immobilizzato.

Solo nel pomeriggio gli investigatori sono riusciti ad ascoltare la testimonianza della persona offesa per acquisire ulteriori informazioni. Elementi che hanno portato alla luce dettagli terrificanti sull’aggressività del marito e sulla sua gelosia ossessiva. Elementi indiziari che hanno portato all’arresto del marito.

Ricoverato presso l’ospedale di Alcamo per via di lesioni patite durante l’azione delittuosa, l’uomo è stato poi trasferito presso la struttura per detenuti dell’ospedale di S. Antonio Abate di Trapani, in stato di arresto e piantonato da personale dipendente.

Il Gip del Tribunale di Trapani ha immediatamente convalidato l’arresto e nella giornata odierna ha confermato la custodia cautelare in carcere dell’uomo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCondannato scippatore a Mazara del Vallo
Articolo successivoAddio a Elena Fava: una vita alla ricerca della verità
Marcello Contento
Marcello Contento, nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.