Coltivazione e spaccio: arrestato operaio alcamese

9533

foto arrestatoALCAMO. Ancora un importante contrasto della criminalità messo a segno dalla polizia di Stato ad Alcamo. Ad essere arrestato stavolta è Stefano Puccio, di 34 anni, operaio incensurato che coltivava nella sua abitazione ben 44 piante di marjuana.

Alberelli di circa 1 metro e mezzo posti in una stanza con ventilatori, lampade allo iodio, condensatori e trasformatori di corrente ed un aeratore, oltre a fertilizzanti per produrre le piante il più in fretta possibile.

DSC_0282Il blitz nella casa dell’operaio è avvenuto nelle prime ore del mattino, all’interno della stanza da letto sono stati trovati anche 1,2 grammi di sostanza stupefacente e nel medesimo ambiente anche un secondo involucro con 1,1 grammi della stessa sostanza.

Puccio si è trincerato dietro un diniego che però ha portato a terminare la perquisizione trovando le piantine in piena fioritura in una sorta di vivaio. Arrestato e condotto a San Giuliano a Trapani in attesa dell’udienza di convalida.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLe isole ecologiche ad Alcamo: realtà o fantasia?
Articolo successivoEnrico non ce l’ha fatta.