Chieste le dimissioni ai consiglieri comunali alcamesi

1705

5 StelleALCAMO. Il movimento 5 stelle di Alcamo chiede a gran voce le dimissioni dei consiglieri comunali di Alcamo a seguito del voto avvenuto lo scorso lunedì riguardo l’aumento di Imu e Tasi per correggere il bilancio comunale altrimenti negativo.

“Al Comune di Alcamo il primato dei dirigenti ha da tempo soppiantato il primato della politica, e il Consiglio Comunale è un mero stipendificio al quale attingono golosamente parecchi consiglieri.
Le funzioni espletate da questi soggetti all’interno dell’Assise Cittadina sono terminate e la loro presenza del tutto ininfluente rappresenta unicamente un ulteriore spreco di denaro pubblico. Il M5S, dando voce alle giuste rimostranze di molti Cittadini, chiede con forza che finalmente i Sig.ri Consiglieri abbiano un sussulto di dignità e rassegnino le proprie dimissioni. Questa richiesta non sarà mai accolta, ovviamente. L’attaccamento alla poltrona rende impraticabile qualsiasi forma di coerenza e dignità, ma che almeno i Cittadini siano consapevoli di quanto accaduto e ne serbino buona memoria in occasione di future scelte elettorali. Il Comune è ormai dominato da burocrati onnipotenti che prevaricando la volontà popolare tengono in scacco questa classe politica spregiudicata ed irresponsabile. Il consiglio, unico organo elettivo rimasto, ha abdicato dalle sue funzioni sotto il ricatto dello scioglimento anticipato”- fanno sapere dal movimento.

Una critica all’operato dei consiglieri che non sono stati capaci di avanzare proposte diverse da quelle date dal commissario e dagli uffici, una strategia che secondo il movimento ha come unico scopo quello di mantenere la propria poltrona e null’altro.

“L’altra sera il consiglio comunale stabilendo l’aumento delle aliquote Imu e Tasi ha determinato un nuovo salasso per le tasche degli alcamesi. L’aumento “si è reso indispensabile” per coprire un presunto buco di bilancio di circa 1.500.000 euro. Ma il disavanzo di bilancio non può e non deve essere colmato sempre con aumenti di tasse. In questo momento storico così difficile per molte famiglie non è concepibile stabilire nuovi aumenti, vi sono molteplici spese inutili che andrebbero riviste. A maggio dello scorso anno inoltre è stato costituito il fondo risorse per le politiche di sviluppo delle risorse umane e della produttività, per un impegno di spesa pari a € 1.257.560,72. Una spesa fuori da ogni logica”lamentano i pentastellati.

Ci si chiede, dentro il movimento, e si riflette su quanto segue: “A cosa servono dunque questi aumenti di tasse? Qual è la verità? I consiglieri a favore dell’aumento sono stati 13, i contrari 8, 1 astenuto e 8 assenti. Se i consiglieri assenti fossero stati in consiglio, compito per il quale sono stati eletti, il risultato poteva essere diverso. Gli assenti hanno sempre torto. Un motivo in più per ribadire che questo consiglio comunale è inutile. C’è un’unico gesto da compiere per il benessere della cittadinanza: Dimmissioni immediate”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAmici a quattro zampe avvelenati a Calatafimi. I volontari lanciano l’allarme
Articolo successivoSalta ancora una volta l’elezione del presidente Airgest. Intanto Ryanair taglia i primi voli da Trapani.