“W la cultura. Insieme per i libri” una giornata alla scoperta delle case editrici ad Alcamo

1009

 21.02.15 LOCANDINA W la CulturaALCAMO – Il comune di Alcamo ha organizzato per sabato 21 Febbraio una giornata volta all’incontro tra  le nuove generazioni e le case editrici. L’Assessorato alla Cultura e Pubblica Istruzione del Comune di Alcamo ha infatti organizzato l’incontro “W la Cultura. Insieme per i Libri” presso il Centro Congressi Marconi, dedicando una giornata proprio alla diffusione della cultura libraria, con il coinvolgimento degli alunni degli Istituti scolastici di Alcamo.

La giornata del 21, denominata avrà inizio alle ore 9:30 con la presentazione di alcune Case editrici che avranno la possibilità di presentare un libro e l’autore di riferimento. Successivamente, si inviteranno alunni e insegnanti a spostarsi presso la Sala Rubino dove le case editrici esporranno vari libri con la possibilità di vendita, destinandone una percentuale per una causa benefica.

L’attività si inserisce in un percorso che assessorato alla cultura porta avanti, per la rivalutazione del libro come strumento di crescita.

L’assessore alla cultura della Giunta Bonventre, Selene Grimaudo, afferma: “in un mondo in cui il piacere della lettura di un buon libro viene rimpiazzato dal mondo virtuale, l’esperienza tattile, visiva, uditiva e anche olfattiva che si genera dallo sfogliare un libro può avvicinare i nostri giovani alla lettura, incuriosendoli in modo piacevole ed interessante”.

La manifestazione-incontro con le scuole si concluderà alle ore 13:00; dalle 16:30 alle 19.30 si darà la possibilità all’utenza di visitare l’esposizione libraria.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl progetto “Fieramente” del GAL Golfo di Castellammare presente alla Bit di Milano 2015
Articolo successivoMassimo Ferrara guiderà il PD alcamese in questa fase transitoria
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.