Gucciardi sempre più rivoluzionario

2665

gucciardiIl deputato trapanese e capogruppo del PD all’Ars, Baldassare Gucciardi, si avvicina sempre di più alle posizioni politiche del governatore Rosario Crocetta e sempre meno a quelle del PD ufficiale. La conferma è arrivata ieri durante il tentativo del segretario regionale, Fausto Raciti, di porre un freno al Governo Crocetta, che finora ha dato dei pessimi risultati, rallentando le richieste portate da gran parte del PD al vice di Renzi, Lorenzo Guerini. Scelte che avrebbero messo con le spalle al muro il governatore Crocetta. Gucciardi sostiene di non aver dato nessuna indicazione per l’area di suo riferimento, ma non è chiaro se il riferimento riguarda tutta l’area renziana o solamente lui e i suoi quattro parlamentari di fiducia.

Anche in provincia di Trapani gli scenari politici che orbitano attorno l’onorevole sembrano mutare. Se l’esperienza politica dell’on. Gucciardi nasce grazie all’ex senatore Papania e alla corrente “innovazione”, quella di Genovese, Cardinale e Papania per intenderci, adesso l’onorevole di Salemi cerca sempre più sponde nei dirigenti renziani. Con quest’ultimi, però, molte sono le difficoltà in quanto è da considerare difficile far passare un messaggio di rinnovamento per un deputato che siede da tre legislature sugli scranni di Palazzo dei Normanni. Tra l’altro proprio in occasione delle primarie del segretario del PD nazionale lo stesso Gucciardi non sostenne Matteo Renzi in prima istanza e non rientrò mai tra i “veri” renziani della provincia di Trapani.

In un rapporto poco chiaro con l’area renziana ecco che arriva quello sempre più nitido con l’esperienza rivoluzionaria di Rosario Crocetta. La provincia di Trapani è diventata infatti un vero e proprio laboratorio politico che traduce in alleanze l’esperienza governativa regionale. Ecco allora i primi avvicinamenti con il movimento Art.4, degnamente rappresentato dall’onorevole Paolo Ruggirello in Provincia di Trapani, con alleanze in diversi Comuni, in modo particolare quella di Salemi che ha permesso l’elezione a Sindaco di Domenico Venuti, tra i fedelissimi dell’On. Gucciardi.

Poche settimane fa invece è stato siglato il patto federativo tra il PD e il PSI. Accordo stabilito direttamente dall’On. Gucciardi insieme all’altro suo fedelissimo Marco Campagna e l’On. Nino Oddo, indiscusso leader del PSI trapanese. Proprio Nino Oddo, eletto all’Ars nel listino bloccato del Presidente Crocetta, risulta tra gli uomini più influenti del trapanese nel governo regionale. Scelta che ha fatto discutere molto all’interno dei democratici, in quanto non è stata preventivamente discussa con la base ma decisa direttamente dall’alto, provocando il disappunto di buona parte dei renziani, del Sindaco di Erice Giacaomo Tranchida e dalla Senatrice Pamela Orrù.

La rivoluzione democratica messa in atto  dall’On. Gucciardi e dai suoi accoliti sembra non aver freni in provincia di Trapani, adesso bisogna solamente attendere il giudizio degli elettori e della base democratica su queste manovre politiche che interessano tutto il territorio trapanese.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTrasporto gratuito per gli alunni delle scuole dell’obbligo
Articolo successivoCondannato ex vigile urbano ad Alcamo
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.