Due arresti ad Alcamo per spaccio di stupefacenti

15601

Autosave-File vom d-lab2/3 der AgfaPhoto GmbHALCAMO. Si allunga l’elenco di arresti per spaccio di droga tra Alcamo e Castellammare del Golfo. Si tratta ancora una volta di giovanissimi ed ancora una volta i loro “clienti” sono ragazzi a volte ancora in età scolare.
Sabato pomeriggio il dispositivo messo in atto dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Alcamo ha funzionato alla perfezione. Appostati in borghese, nella zona del lungomare la “Battigia” ad Alcamo Marina, hanno osservato i movimenti di alcuni gruppi di ragazzi che sono soliti riunirsi in quell’area durante le calde giornate estive.
I Carabinieri, celandosi tra la folla, hanno intuito che tra i numerosi ragazzi presenti c’era qualche movimento sospetto, gli investigatori dell’Arma hanno quindi seguito i movimenti dei probabili acquirenti, assistendo in flagranza alla cessione della sostanza stupefacente: le perquisizioni svolte nell’immediatezza davano infatti esito positivo.
I due ragazzi tratti in arresto sono: Calvaruso Sergio, alcamese classe 1994, studente, incensurato e Bambina Enrico, alcamese classe 1993, studente, incensurato. I Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato complessivamente 10 dosi di marijuana pronte ad essere vendute per un totale di circa 12 grammi, oltre ad un totale di 150 euro in banconote di piccolo taglio, verosimile frutto della precedente attività di spaccio.
Inoltre è stato fermato, all’atto dello spaccio, anche un loro giovane coetaneo che aveva appena acquistato una dose della predetta sostanza psicotropa.
I predetti, su disposizione del Sostituto Procuratore presso la Procura della Repubblica di Trapani Dott. Massimo Palmeri sono stati ristretti presso il loro domicilio in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto tenutasi nella mattinata odierna presso il Tribunale di Trapani a seguito della quale per i due veniva disposto l’obbligo di presentazione alla P.G.
Un fenomeno quello della droga tra i giovani, a cui i Carabinieri della Compagnia di Alcamo, diretti dal Capitano Savino Capodivento, cercano di porre freno e rimedio.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteFalsi volontari raccolgono offerte per la festa di San Michele
Articolo successivoStasera in scena “Due evasi in minigonna” a cura dell’Associazione Elimi