Le dichiarazioni di Treppiedi al processo D’Alì

939

PALERMO- Malafarina, del Megafono, interviene sulla questione che ha coinvolto il sacerdote trapanese nel processo a carico del senatore D’Alì. Le sue dichiarazioni, sostiene Malafarina, sono solo la dimostrazione di quanto la criminalità organizzata sia fortemente in gioco nella politica e nelle istituzioni trapanesi e siciliane. Si parla anche di Linares, recentemente trasferito lontano dal territorio, e prima ancora di essere allontanato pesatemente penalizzato. Nonostante tutti gli ostacoli Linares da buon investigatore ha saputo produrre ugualmente risultati di tutto rispetto.

Probabile, per altro, che alla sua assegnazione fuori da Trapani, abbia contribuito proprio D’Alì da ex sottosegretario del Ministero dell’Interno. Pertanto Malafarina pensa che lo stato non può lasciare alcuna zona d’ombra perchè lì cresce il seme della criminalità organizzata.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteA Trapani resta la ZTL
Articolo successivoLa Polizia di Alcamo arresta colui che riforniva di cocaina l’intera città
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.