Cittadella dei giovani si o no?

746

ALCAMO.  Uno dei cavalli di battaglia della scorsa tornata elettorale alcamese era la costruzione, attraverso lo sfruttamento dei finanziamenti europei, della cittadella dei giovani. A tal proposito il consigliere Caldarella ha rivolto, ieri durante la seduta del consiglio comunale, all’assessorato competente, delle domande sulla questione.

Dalla discussione tra il neo- assessore Melodia e Caldarella ne viene fuori che l’appalto assegnato alla ditta Celi società cooperativa di Santa Ninfa è stato revocato a favore della seconda ditta in graduatoria a causa di un scoperto illecito, da parte della ditta stessa, che ha portato l’amministrazione comunale a retrocedere sull’assegnazione dell’appalto.

Caldarella, non convinto delle spiegazioni fornite, in merito dall’assessore propone al Comune di fare chiarezza sull’eventualità che i fondi europei vengano bloccati, considerando anche il ricorso effettuato dalla stessa ditta presso il Tar che potrebbe incorrere in una sospensiva, e, dunque, a causa del lasso di tempo trascorso; in un palese atteggiamento provocatorio, il consigliere spinge l’amministrazione a spiegare ai cittadini alcamesi che la costruzione della cittadella, nelle attuali condizioni di gestione dell’appalto, non porterà alcun tipo di beneficio alla manovalanza locale.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl consigliere comunale, Antonio Fundarò, chiede quali provvedimenti siano in atto per l’illuminazione
Articolo successivoArrestati dai carabinieri per detenzione ai fini di spaccio