Esito dei controlli della Guardia di Finanza nel 2012

521

TRAPANI. Il comando provinciale della Guardia di Finanza ha redatto un consutivo delle attività svolte nel 2012. Le verifiche e i controlli fiscali hanno permesso di individuare: 64, 5 milioni di euro di ricavi sottratti all’imposizione; 67,5 di costi non riconosciuti; 30 milioni di violazioni di imposta; 72 evasori fiscali; 89 violazioni costituenti reato nei confronti di 82 persone; 418 persone coinvolte in attività lavorative irregolari.

Sono stati sequestrati beni per oltre 2 milioni di euro per le imposte evase e 120 mila euro confiscati ad un costruttore edile di Castelvetrano. I controlli eseguiti in materia di ricevute e scontrini fiscali hanno portato ad accertare 1612 irregolarità per inosservanza di obblighi di emissione. Sono state eseguite 98 chiusure di esercizi commerciali per reiterate mancate emissioni di documenti fiscali.

In materia di frodi al bilancio comunitario, nazionale e degli enti locali, contrasto agli illeciti in materia di spesa pubblica sono stati individuati 8,7 milioni di euro di indebite percezioni di finanziamenti pubblici. Accertati danni erariali per circa 10 milioni di euro.

Sequestrati 15.000 capi di abbigliamento e accessori contraffatti. Sequestri anche nell’ambito dei prodotti energetici, 6150 kg di oli minerali agevolati e G.P.L.; dei monopoli e dei tabacchi pr 680 kg di tabacchi lavorati esteri; 1300 piante di canapa indiana.

Denunciate 5 persone per un’area adibita a discarica; 4 persone per gioco d’azzardo; 5 persone per esercizio abusivo delle scommesse, 630 persone per altri reati. Nel settore del mercato dei capitali sono stati eseguiti nel complesso 221 interventi che hanno consentito di individuare 238 violazioni e sequestrare beni mobili e immobili per 1,3 milioni di euro.

Nei giorni scorsi è stato emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Salvatore Zichichi di Custonaci per il reato di usura. Sono stati sequestrati, inoltre, beni e disponibilità finanziare per 515 mila euro.

Nel settore del contrasto della criminalità organizzata sono stati sequestrati beni mobili e immobili, e disponibilità finanziarie per oltre 53 milioni di euro nei confronti di soggetti appartenenti ad organizzazioni criminali; sono state denunciate, inoltre, 3 persone già condannate per associazione mafiosa per non aver comunicato le variazioni patrimoniali e sequestrati beni per circa 750 mila euro.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTragedia a Partanna-Mondello muoiono madre e figlia
Articolo successivo“Carnevale on ice” ad Alcamo
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.