Via libera alle ricerche del petrolio anche in Provincia di Trapani

1422

E’ stato dato il via;la regione ha autorizzato le ricerche del petrolio nella Valle del Belice. Ebbene, i siciliani vedranno i loro territori sottoposti a delle trivellazioni per prelevare il petrolio che ormai da anni si è tentato di recuperare da queste zone, anche sorvolando sulle eventuali proteste. L’area in questione ricopre un’estensione di circa 600 chilometri quadrati e comprende il territorio tra Montevago e Santa Margherita Belice (Agrigento), Bisacquino, Campofiorito, Camporeale, Contessa Entellina, Corleone, Monreale, Partinico, Piana degli Albanesi, Roccamena, San Cipirrello e San Giuseppe Jato (Palermo), Alcamo, Gibellina, Poggioreale e Salaparuta (Trapani).  La società a cui è stato concesso il permesso ha intenzione di scavare un pozzo dai 2000 ai 3500 metri entro 42 mesi a partire dal momento del via libera. A dare l’allarme sono state alcune associazioni delle zone di Montevago e Sciacca (provincia di Agrigento) e  anche dal Consiglio provinciale di Trapani che ha approvato un ordine del giorno proposto dai consiglieri Passalacqua e Ortisi (Sel) e Daidone ed Alagna (Pd).