Recuperata ancora romana a Favignana

3159

TRAPANI – Mercoledì scorso una squadra di tecnici e volontari dell’Area Marina Protetta ”Isole Egadi” e della Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana, ha recuperato dai fondali di Cala Grande, a Favignana, un ceppo d’ancora romana in piombo del peso di circa 150 kg. Il reperto archeologico, databile approssimativamente attorno al I Secolo a. C., giaceva su un fondale roccioso a 20 metri di profondità ed era stato rinvenuto da Michele Rallo, esperto apneista. L’ancora sarà collocata dapprima nell’atrio di Palazzo Florio, sede del Consiglio Comunale, poi, a seguito degli opportuni rilievi e della pulizia conservativa della stessa, si deciderà dove collocarla per per essere esposta al pubblico.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteEsercitazione di protezione civile all’Istituto “N. Navarra”
Articolo successivoPalermo, confronto sulla legalità
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.